Home Territorio Lodigiano Lodi. Passerelle ciclopedonali via Sforza via dell’Industria, la posa il 4 dicembre

Lodi. Passerelle ciclopedonali via Sforza via dell’Industria, la posa il 4 dicembre

165
0

La posa della passerella ciclopedonale di sovrappasso di via Sforza, per il collegamento tra via Tortini e via Bergognone, è prevista per la sera di mercoledì 4 dicembre. L’intervento si inserisce nel percorso 1 del progetto di riqualificazione della rete ciclabile cittadina “Colleg’Adda”, denominato “Lodi universitaria”, che ha l’obiettivo di potenziare il sistema ciclabile del quartiere San Fereolo e di favorire la connessione con il polo universitario di Medicina veterinaria oltre la tangenziale.

Per consentire le lavorazioni necessarie alla posa del manufatto, un monoblocco in acciaio lungo 32 metri e largo 4, con ordinanza dirigenziale n.726 del 26 novembre, è stato istituito il divieto di transito e sosta in via Sforza, valido dalle ore 21 alle ore 6. Entreranno inoltre in vigore i provvedimenti viabilistici che possono essere consultati al seguente link: http://www.comune.lodi.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9678.

Nella giornata di mercoledì 4 dicembre si procederà anche alla posa della passerella ciclopedonale di sovrappasso della roggia Bertonica, in via dell’Industria (nei pressi della sede della Società acqua lodigiana).

La struttura si presenta, anche in questo caso, come un monoblocco in acciaio della lunghezza di 12 metri e della larghezza di 2,5, che entra a far parte del percorso 5 di “Colleg’Adda”, denominato “Il Colatore Muzza”, creando una relazione tra la dorsale ciclabile di viale Milano e il percorso di strade bianche che conducono alle sponde del canale Muzza.

Il quadro economico complessivo, cofinanziato con risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, ammonta rispettivamente a 219mila euro per la passerella di via Sforza e 115mila euro per quella di via dell’Industria. Le due infrastrutture saranno posizionate sulle fondazioni già realizzate nei mesi scorsi e diverranno pienamente funzionali a partire dalla primavera, una volta completate le opere di pavimentazione e di illuminazione.