Lodigiano

Lodi notizie. Per l’Amatori è tempo di finale

di Paolo Virdi



Lodi notizie. Per l’Amatori è tempo di finale 

Dunque, dov’eravamo rimasti? Ah sì, primavera 1993. L’Amatori Lodi gioca la finale scudetto. Sono trascorsi dieci anni dal primo sciagurato play off, scippato da Martinazzo all’ultimo secondo dello spareggio di Vercelli. Di fronte un Novara da leccarsi i baffi. Enrico Mariotti e Crudeli. Massimo Mariotti a sfornare assist ad Enrico Bernardini e Franco Amato. 

Lodi notizie
Non c’è partita. Cupisti, Cinquini, Gonella, Citterio non riescono ad arginare lo strapotere della corazzata piemontese. 

Finisce “tanto a poco”, il Novara rifila la bellezza di 11 reti. Amato segna un gol capolavoro, dal vertice destro dell’area infila Cupisti con un sotto-gamba sotto l’incrocio opposto. Tutto il Palacastellotti rende omaggio in una standing ovation rarissima. Mai ne furono concesse ai nemici novaresi.

Lodi notizie
Così, l’altra mattina raccontavo questa storia a mio figlio. Lui mi chiedeva perché fossi tanto felice di giocare questa finale. In fondo è “solo” una finale. Mica l’Amatori aveva vinto qualcosa. “Ma vedi, caro figliolo, questa è la terza negli ultimi 33 anni. In media una ogni 11 anni. Nella prossima tu potresti essere maggiorenne ed avere dei figli. Io nell’ultima ero un ragazzo, oggi ho te”. L’ho impressionato.

Ma non bisogna guardare al passato. Le battaglie giocate contro il Novara sono solo nella memoria di pochi.Ricordi sbiaditi di un hockey che si viveva a bordo pista, non su un tablet o uno smartphone. I tempi sono cambiati e chissà che non lo sia per la sorte della Lodi dell’hockey, che s’è svegliata in questi giorni innamorata del suo Amatori.

Lodi notizie
Biglietti bruciati in prevendita. Scene d’isterismo per un tagliando diventato introvabile. Vado al bar per un caffè, si parla di hockey. Dal panettiere, idem. In Piazza anche. Stupendo.

Paolo De Rinaldis, da Sarzana, queste cose le sognava. Si, lui da bambino sognava ciò che ora sta vivendo. Vincere una Coppa. Un palazzo stracolmo che lo osanna. Venera lui e i suoi ragazzi, sotto la curva con le lacrime agli occhi. La gente lo ferma per strada. Lo ringrazia. 

Lodi notizie
Lodi è così: in passato ha scannato, ingoiato e digerito fior di campioni. Oggi venera l’uomo del sottobosco, l’orologiaio simpatico, amante della battuta e della buona tavola.

Lodi notizie
Ecco, forse a Lodi serviva uno così: uno senza grilli per la testa, pieno d’umiltà, ricco di altruismo. Lui sta coronando un sogno, che incredibilmente viaggia parallelo con quello di migliaia di lodigiani. 

Non svegliatelo Il buon De Rinaldis, godetevi questi momenti come se li gode lui. Momenti unici, frammenti di emozioni, scampoli di tensione, speranze di successi che solo lo sport sa regalare. Pardòn, che solo l’Amatori sa regalare…


SCOPRI QUI LE MIGLIORI OFFERTE DELLA TUA CITTA’! laformika.com


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);