Cronaca

Lodi, giovane salvato dai Carabinieri

Lodi – Ieri sera i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Lodi, transitando nella periferica località Gambarina, di ritorno da altro intervento, sono stati attirati da un giovane, seduto sul marciapiede, poco distante da una biciletta lasciata a terra in maniera scomposta. Credendo fosse stato vittima di una caduta accidentale gli si sono avvicinati, per accertarsi se avesse bisogno di aiuto, scoprendo che il ragazzo stava tenendo stretto con entrambe le mani una bomboletta spray, inalandone il contenuto con la sua cannuccia in dotazione. Non appena i militari gli si sono messi al fianco, il ragazzo si è accasciato al suolo perdendo conoscenza.

II giovane quasi del tutto esanime ed in preda a crisi respiratorie, è stato tenuto vigile affinché non perdesse i sensi fino all’arrivo del personale del “118”.

I sanitari quindi lo hanno trasportarlo all’Ospedale Maggiore di Lodi dove è stato ricoverato per accertamenti, fortunatamente non è in pericolo di vita.

Purtroppo l’assunzione di inalanti è sempre più frequente fra i giovani ed i pericoli restano estremi, in quanto possono portare anche alla morte, oltre che ad una serie di gravi problemi di salute a breve e a lungo termine.

In caso di dubbio si consiglia i genitori di rivolgersi immediatamente ad esperti senza sottovalutare la situazione.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);