Lodigiano

Lodi – Bilancio previsione 2016: 7 milioni in opere pubbliche e riduzione tassa rifiuti

La riduzione della tassa rifiuti, il mantenimento della spesa sociale sui livelli consolidati degli ultimi anni, un corposo piano di investimenti in opere pubbliche e la prosecuzione delle misure di contenimento dei costi di gestione dell’ente sono gli elementi di maggior rilevanza del bilancio di previsione del Comune per l’esercizio 2016, il cui iter di esame e approvazione è stato avviato giovedì 24 marzo con l’adozione da parte della giunta dello schema generale, trasmesso oggi, con i vari allegati tecnici, ai consiglieri comunali, in vista delle riunioni di commissione in programma nei prossimi giorni e dei successivi passaggi, sino all’approdo in aula per la discussione e la votazione finale.

Per quanto riguarda la commissione programmazione e bilancio, sono già fissate in calendario tre sedute, il 31 marzo, il 4 aprile ed il 7 aprile.

I termini per la presentazione di eventuali emendamenti è stabilito per il 6 aprile, entro le ore 12.00; le proposte dovranno essere formulate in forma scritta e depositate al protocollo e non potranno determinare effetti che comportino squilibri dell’assetto generale del bilancio; gli emendamenti devono essere indirizzati all’assessore al bilancio, ai revisori dei conti ed al responsabile dei servizi finanziari, che li sottoporrà alla giunta per l’assunzione delle relative deliberazioni.

All’esame del bilancio saranno dedicate tre sedute di consiglio comunale, le cui date (non ancora formalizzate) saranno indicativamente il 12 aprile (provvedimenti tributari), il 14 aprile (illustrazione e inizio dibattito) ed il 19 aprile (prosecuzione del dibattito e votazione). Il 28 aprile dovrebbe inoltre giungere in aula il conto consuntivo del 2015.

Sotto il profilo della manovra tributaria, per quanto riguarda le imposte sugli immobili non ci saranno variazioni rispetto al 2015, ad esclusione del recepimento delle misure stabilite con legge nazionale (esenzione per le case di abitazione e riduzione dell’Imu sui cosiddetti “imbullonati” per le attività produttive). Le tariffe della tassa rifiuti subiranno invece una riduzione, concentrata in particolare sulle utenze domestiche, con sgravi anche per le categorie produttive che in precedenza sono risultate particolarmente svantaggiate dal passaggio nel 2014 dalla Tarsu alla Tari (ortofrutta, ristoranti e bar).

La riduzione delle tariffe della tassa rifiuti sarà accompagnata dalla conferma delle agevolazioni introdotte nel 2015 per le famiglie con 2 e più figli, di cui l’anno scorso hanno usufruito 286 nuclei famigliari (più altri 80 che hanno beneficiato di riduzioni per disagio economico).

«L’abbassamento della tassa rifiuti – sottolinea il sindaco, Simone Uggetti – è il risultato della riduzione dei costi del servizio, sia per la componente amministrativa di competenza del Comune che per quella operativa di competenza della società che gestisce raccolta a smaltimento. Gli effetti dell’estensione del sistema “porta a porta” hanno infatti comportato una crescita della quota di differenziata e quindi una diminuzione della frazione secca (e del relativo costo di conferimento in discarica), nonché un incremento dei ricavi da recupero di materiali riciclabili; tutto ciò pur dovendo scontare gli oneri degli investimenti sostenuti per il “porta a porta”».

Sul fronte del contenimento delle spese di gestione, da segnalare la riduzione del 68% dei costi per consumi di gas (meno 165.000 euro, grazie in particolare alla connessione di nuovi edifici comunali alla rete del teleriscaldamento), del 62% di quelli per pulizie e lavanderia (meno 213.000 euro), del 78% di quelli per compensi a organi di revisione e controllo (meno 47.000 euro); significative riduzioni anche per i consumi di energia elettrica (meno 150.000 euro, pari all’8%), telefonia fissa (meno 18.000 euro, pari al 17%), spese di rappresentanza (meno 10.000 euro, pari all’11%) e beni e materiali di consumo (meno 24.000 euro, pari al 7%).

Infine, il piano di investimenti in opere pubbliche mobiliterà risorse per quasi 7 milioni di euro, ai quali si aggiungeranno circa altri 4 milioni di euro per interventi già finanziati sul bilancio 2015 e in realizzazione nel 2016.

»Illustreremo nel dettaglio le varie parti del bilancio di previsione nei prossimi giorni – spiega il sindaco – con particolari approfondimenti sulla riduzione della tassa rifiuti ed il programma delle opere pubbliche»,


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);