Home Cronaca Lodi, abusivi: nuovi sopralluoghi della Polizia Locale

Lodi, abusivi: nuovi sopralluoghi della Polizia Locale

598
0

Nell’ambito degli interventi periodici di monitoraggio sugli insediamenti abusivi, la Polizia Locale ha effettuato un sopralluogo in zona Martinetta e in prossimità del ponte della Tangenziale di Lodi.

Nel primo caso l’attenzione si è concentrata su due strutture, collocate in un terreno privato nelle vicinanze di via Torino, e utilizzate rispettivamente come ricovero attrezzi per la coltivazione di un orto e come abitazione.

“Durante il sopralluogo – afferma il comandante Fabio Germanà Ballarino – abbiamo identificato due italiani, uno residente a Lodi e uno a Montanaso. La competenza delle indagini in questo caso è della Procura che lo scorso anno aveva dato corso ad alcuni accertamenti, in seguito alla segnalazione dei proprietari del terreno. La Polizia Locale e l’Amministrazione comunale non hanno quindi possibilità di intervenire, finchè non sarà la stessa Procura a dare riscontro delle verifiche effettuate e ad autorizzare la rimozione delle strutture abusive. Nel frattempo terremo monitorata l’area, anche per evitare che gli insediamenti crescano numericamente”.

I controlli effettuati sotto il ponte della Tangenziale hanno evidenziato l’assenza di tracce di nuovi bivacchi. Nelle vicinanze del ponte, grazie alle foto trasmesse da un cittadino, sono state inoltre identificate tre persone di nazionalità Brasiliana, accampate temporaneamente su un terreno demaniale, ed invitate ad allontanarsi e a rimuovere i materiali depositati entro lunedì 12.

“La Polizia Locale interviene per monitorare e scoraggiare tutte le situazioni di abusivismo con una costanza e una puntualità che ritengo encomiabili – dichiara il Sindaco Sara Casanova -. Ringrazio anche i cittadini per la solerzia con cui ci segnalano la presenza di strutture non autorizzate. La loro collaborazione è fondamentale per consentire all’Amministrazione e alle forze dell’ordine di svolgere le necessarie attività di controllo”.