Home Territorio Lodigiano Lezione di sicurezza stradale

Lezione di sicurezza stradale

38
0

Nella mattinata odierna gli alunni della classe IIIª della scuola primaria “Pascoli” hanno effettuato una visita presso il Comando di Polizia Locale di via Cadamosto, nell’ambito di un progetto di educazione stradale promosso dall’amministrazione comunale. Nel corso della visita, i bambini hanno partecipato ad una lezione in aula, durante la quale sono state loro fornite le nozioni base sulla sicurezza stradale, illustrando le principali situazioni che possono coinvolgere i pedoni, i ciclisti ed i passeggeri a bordo di automobili, con le relative precauzioni da adottare. Agli scolari sono quindi stati mostrati i mezzi di trasporto utilizzati in servizio dagli agenti di Polizia Locale (autoveicoli, motociclette, motorini e biciclette), con approfondimenti sulle particolari dotazioni tecnologiche di tali mezzi, che hanno suscitato grande interesse tra i bambini. Al termine dell’incontro, alla classe è stata consegnato un attestato di frequenza. <<Queste iniziative – sottolinea l’assessore comunale alla sicurezza e vigilanza urbana, Umberto Pensa – si inseriscono in un ampio e articolato progetto di educazione stradale attuato dal Corpo di Polizia Locale presso le scuole elementari e medie della città, con lo scopo di promuovere la formazione dei giovani in materia di corretto comportamento stradale, sicurezza del traffico e circolazione, stimolando in loro l’assunzione di responsabilità e favorendo una gestione razionale della mobilità, del rispetto ambientale e del risparmio energetico>>. Il progetto prevede sia incontri che si svolgono direttamente nelle aule dei vari plessi scolastici, sia (come nel caso odierno) le visite presso il Comando della Polizia Locale; a richiesta, vengono inoltre organizzate brevi uscite didattiche in bicicletta oppure a piedi. Una ulteriore iniziativa in materia di educazione stradale che suscita sempre interesse e apprezzamento tra gli alunni è quella relativa alla possibilità di frequentare, direttamente presso le scuole (che devono presentare apposita domanda), i corsi finalizzati al conseguimento dell’idoneità alla conduzione di ciclomotori (cosiddetto “patentino”), necessaria per i minori di 18 anni.