Cronaca

Lettere – Wi-fi del Passeggio

Il Giorno si occupò della cosa, con un articolo di Carlo D’Elia in cui il giornalista fu netto. Mi riferisco alla mancata erogazione del servizio comunale di wi fi ai Giardini del Passeggio. Ma ciò accadeva parecchio tempo fa. La situazione “nuova” invece è la seguente, come si sa: addirittura dallo scorso maggio la connessione non funziona da Porta Cremona a tutta la fontana dei Giardini prospiciente il sottopassaggio stradale sotto la ferrovia. Sempre come si sa, questo servizio wi fi è pagato dai concittadini, attraverso le imposte comunali, linfa da cui attinge ogni Amministrazione per le spese pubbliche. Sempre come si sa, la spesa pubblica in questione è rappresentata dal canone che il Comune corrisponde al gestore Free Luna. Ora, stante la pesante decurtazione – in riferimento all’area – del servizio, il Comune sta pagando un canone ridotto al gestore? Non lo ritengo probabile, ed in ogni caso si può chiedere a Paolo Brambati. Che tuttavia, a me non risponde mai. 

Se è già grave che l’Amministrazione usi male il denaro dei contribuenti, pagando il gestore per l’erogazione di un servizio minore rispetto a quello pattuito, ancor più grave è la dichiarazione che il Sindaco mi fece pervenire attraverso l’urp: ci sarebbe voluto tempo per decidere il da farsi, e non sarebbe neppure detto che il mezzo servizio ai Giardini avrebbe trovato prosecuzione. Capito? Nel momento in cui anche i più sperduti paesini si dotano di wi fi pubblico nelle aree più piccole e remote, un Capoluogo di Provincia recede da invalsa prassi. Così in basso, relativamente a questa questione, il Comune di Lodi, non era mai sceso.

Cordialmente

Claudio Trezzani


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);