Il grave episodio accaduto in questi giorni con lo scandalo della turbativa d’asta delle piscine scoperte, altro non è che l’ennesimo di una serie di episodi che hanno messo in difficoltà e compromesso l’immagine della città di Lodi.

In una evidente situazione dove vengono a mancare i requisiti fondamentali dichiarati in campagna elettorale quali trasparenza, legalità, rispetto delle regole ed etica comportamentale, uniti al fatto che l’attuale maggioranza non

rispecchia quella uscita dalle urne, riteniamo che sia venuto a mancare il rapporto di fiducia da parte dei cittadini verso questa amministrazione e questo a prescindere dall’esito processuale dei fatti contestati al sindaco di Lodi.

Per questo motivo e per il bene della città chiediamo che il sindaco e la sua maggioranza si responsabilizzino davanti alla città di Lodi , rassegnando immediatamente le dimissioni, alle quali aderiranno anche i nostri gruppi civici .

Liste Civiche Cominetti
(Adele Burinato, Giuliana Cominetti, Paolo Rossi, Maurizio Zaniboni)