Lettere a Lodinotizie

Lettere – PD: Pendolari Lodigiani da Regione e Comune, oggi presidio in stazione

Ogni giorno treni soppressi, ritardi e disagi ripetuti: il servizio ferroviario regionale cade a pezzi, gli utenti restano senza risposte, ma in Regione c’è tempo solo per i giochi di potere sull’assetto societario di Trenord.

Le esigenze delle migliaia di pendolari lodigiani che ogni giorno sono costretti ad affidarsi ad un servizio ferroviario sempre più carente, inaffidabile e insicuro non rientrano tra le priorità della Regione e neppure dell’amministrazione comunale.

Un tema così importante e sentito è completamente ignorato dal centrodestra, che in un anno è stato capace solo di riasfaltare 10 metri quadrati di pavimentazione tra il sottopasso della stazione e viale Pavia, presentando questa piccola manutenzione come un grande risultato.

Per il resto, inerzia assoluta e silenzio assordante sull’accessibilità dei binari da parte dei portatori di handicap, sui ritardi e le soppressioni dei convogli, sulla scarsa sicurezza a bordo dei treni, sui bivacchi nella stazione, sul potenziamento dei mezzi pubblici e dei servizi per la ciclabilità per agevolare i collegamenti con la ferrovia.

Per questo venerdì 6 luglio saremo alla stazione di Lodi, dalle 06.30 alle 08.00, per ascoltare la voce di chi vive giorno la difficile condizione del pendolare ferroviario.

Andrea Ferrari

Segretario Circolo di Lodi del Partito Democratico


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);