Home Cronaca Lettere – Nessun aumento è previsto per Imu, Tasi ed Addizionale Irpef

Lettere – Nessun aumento è previsto per Imu, Tasi ed Addizionale Irpef

59
0

Con manovra economico-finanziaria 2019/2021, approvata lo scorso 26 marzo le linee tracciate della Giunta Casanova sono chiare e l’imponente attività ed impegno profusi dall’insediamento sono ora tangibili.

Con il Bilancio 2019 sono stati coniugati elementi imprescindibili per un buon amministratore quali:

– spendere il denaro pubblico con trasparenza eliminando gli sprechi

– impegnare adeguate risorse per un welfare indirizzato a chi ne ha effettivamente bisogno

– contrastare l’evasione tributaria con azioni concrete di recupero

– riorganizzare le Società partecipate e controllate con una Governance attenta e preparata

– manutenere il Patrimonio pubblico

– garantire ai Cittadini la sicurezza, il decoro e la pulizia della Città

Vorrei ricordare alla Sinistra, che fa solo retorica, che i margini di discrezionalità hanno trovano, in questo Bilancio, limiti importanti in elementi della gestione che la Giunta Casanova ha trovato in eredità.

Trattasi di limiti che con il loro elevato grado di rigidità, hanno avuto un impatto rilevante nell’equilibrio del bilancio.

Ad esempio:

il Comune di Lodi ha una spesa corrente superiore del 30% alla media nazionale e l’Assessore Sichel ha dichiarato che è stato e sarà suo impegno personale procedere sistematicamente alla riduzione di tale percentuale, evitando la prassi, consolidata dalle Giunte di sinistra, di far ricorso agli Oneri di urbanizzazione per finanziaria la spesa corrente.

Insomma la spesa corrente non solo deve essere contenuta ma sopratutto, NON deve essere finanziata con entrate che per legge devono finanziare gli investimenti.

Evidenzio che nessun aumento è previsto per Imu, Tasi ed Addizionale Comunale all’Irpef. Anche il mantenimento stabile nel tempo delle imposte e tasse richiede capacità e la Giunta Casanova ha dimostrato di averle.

Sulla Tari la sinistra si è prodigata con frasi sensazionalistiche, senza spiegare i motivi per cui alcuni costi del servizio sono aumentati.

Particolare peso sul Piano Economico Finanziario (PEF) 2019 è rappresentato dalle clausole contrattuali che consentono l’adeguamento biennale della tariffa per lo smaltimento della frazione secca indifferenziata.

Il contratto di cui trattasi è stato sottoscritto nel 2015 dalla Giunta Uggetti con Bellisolina srl (ora Renerwaste srl) e l’adeguamento biennale ha determinato sensibili aumenti della tariffa che, da € 91 è schizzata a € 109,98 a tonnellata.

“Non esiste” a mio avviso che si sia stipulato un contratto della durata di 15 anni, con la possibilità di adeguamento dei prezzi ogni due anni, senza prevedere clausole di salvaguardia per il Comune, quali ad esempio il recesso che è invece contemplato per il Gestore. Insomma siamo vincolati sino al 2029 da un contratto che ritengo squilibrato per il Comune.

Quindi di cosa si lamenta l’opposizione? E’ del tutto evidente che le scelte contrattuali allora fatte impattano sensibilmente sui costi del servizio e di certo non per volotà di questa Giunta.

Per quanto riguarda le Opere pubbliche e gli investimenti, nel Piano triennale 2019 – 2021 sono previsti interventi non di certo faraonici ma, necessari ed indifferibili, che pongono rimedio all’immobilismo del passato.

Particolare attenzione è stata riservata agli edifici scolastici per i quali è scarseggiata persino la manutenzione ordinaria mentre ora, sono un punto fermo nel quale crediamo e investiamo concretamente per migliorare la situazione delle nostre scuole e mantenere il passo con gli adeguamenti previsti dalla normativa antincendio e di protezione antisismica.

Solo a titolo esemplificativo cito altri interventi finanziati :

€ 330mila euro per proseguire nella manutenzione delle strade

€ 252mila per la pista ciclabile di Via San Colombano

€ 640mila per lavori di adeguamento dell’immobile ex Linificio

€ 300 mila per la riqualificazione dell’Isola Carolina, con un piano di manutenzione straordinario

€ 1.010.000,00 per la riqualificazione complessiva di Piazzale Matteotti.

Insomma, ci dedicheremo al nostro Patrimonio con attenzione, con riqualificazioni e manutenzioni economicamente rilevanti, che trovano nel nostro bilancio la effettiva capacità di spesa.

Altro ci sarebbe da dire ma, per evitare che la lettera venga suddivisa in due parti, mi fermo qui nella speranza di aver contribuito a spiegare ai miei concittadini alcuni aspetti importanti del Bilancio 2019.

Elisa Gualteri

Consigliere Comunale di Lodi

Fratelli d’Italia – Alleanza lodigiana