Home Lettere a Lodinotizie Lettere – M5S Lombardia: “Aler Pavia Lodi. Dati sconcertanti, necessario cambio di...

Lettere – M5S Lombardia: “Aler Pavia Lodi. Dati sconcertanti, necessario cambio di rotta”

418
0

“I dati sconcertanti sul numero di immobili riqualificati da Aler Pavia-Lodi sono la rappresentazione plastica e incontrovertibile dell’inadeguatezza degli amministratori leghisti. Per colpa loro infatti la nostra provincia è fanalino di coda per quanto riguarda gli immobili Aler riqualificati. Mentre infatti l’emergenza case continua a impattare sulla vita di migliaia di lombardi, la Lega continua ad usare Aler come un poltronificio in cui sistemare uomini di partito completamente disinteressati a risolvere il problema della penuria di case popolari. Ricordo il caso del presidente Aler Pavia-Lodi nonché segretario provinciale della Lega, Jacopo Vignati, costretto a dimettersi a Luglio dopo lo scandalo scoppiato per le lettere inviate agli inquilini delle case Aler con cui li invitava a votare i candidati leghisti.  Un esempio del totale disinteresse dei leghisti verso i problemi dei cittadini e del cinismo con cui poi hanno anche il coraggio di speculare sui problemi creati dai loro uomini di partito. Il Movimento 5 Stelle, grazie all’ex ministro Toninelli, nel 2019 ha sbloccato ben 47 milioni di euro per interventi di riqualificazione degli alloggi Aler lombardi. Un lavoro eccezionale del quale purtroppo i cittadini lodigiani non vedranno i frutti per colpa della Lega, che ad oggi continua a nominare persone in grado di spendere meno di un quarto dei fondi che lo Stato ha messo a disposizione”, così Massimo Casiraghi, consigliere comunale del M5S. Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia, aggiunge : “Stiamo analizzando i bilanci. È chiaro che Aler Pavia e Lodi, dopo Milano, è quella con la situazione finanziaria peggiore in Lombardia. A certificarlo è la stessa regione nelle ultime osservazioni su bilanci dove leggiamo di ‘condizioni di grave tensione finanziaria’, di esposizione verso i fornitori e di un ‘pesante deficit di cassa’. Il risultato di questa mala gestione, tutta imputabile al centro destra, ha come inevitabile conseguenza i gravi ritardi nella ristrutturazione degli alloggi sfitti. Fino a quando la Lega farà nomine di partito e non di merito avremo una gestione fallimentare. A pagarne le conseguenza sono i nuclei familiari disagiati. In Regione faremo sentire la nostra voce per un cambio di rotta. Il diritto alla casa è scritto nella Costituzione”.

M5S Lombardia