Lettere a Lodinotizie

Lettere – L’arroganza e la supponenza spesso dimostrata dal centrosinistra

Da un po’ di tempo si dice che la gente si sta allontanando sempre più dalla politica e dalla cosa pubblica, è un fenomeno vero e assodato, ma a Lodi sembra che siamo in netta controtendenza; per la prossime elezioni amministrative c’è un deciso aumento di candidati sindaci e di liste civiche oltre a quelle politiche.

In tanti hanno sempre espresso critiche e osservazioni, ampiamente giustificate, sull’operato delle precedenti amministrazioni di centrosinistra, sulle inadempienze, sulle scelte strategiche del passato, sullo spreco di denaro pubblico, su alcune opere pubbliche alquanto discutibili, sull’arroganza e la supponenza spesso dimostrata, ma soprattutto sul crescendo di sordità sui reali bisogni della città, tutto questo ha creato l’unico effetto positivo da ascrivere a questa amministrazione e cioè quello di aver scatenato nella gente comune un tale senso di insofferenza che in molti cittadini comuni, solo per passione e amore verso questa città, hanno reagito e si stanno proponendo.

Il prossimo 11 giugno questa insofferenza può essere manifestata nelle cabine elettorati; le opportunità non mancano, i politici o i candidati in liste civiche disposti a impegnarsi per migliorare la situazione ci sono, c’è solo l’imbarazzo della scelta, sta a noi cittadini dare il responso.

L’affannosa e sofferta ricerca di un candidato sindaco per il centrosinistra è la dimostrazione evidente delle difficoltà incontrate nella coalizione di sinistra nella selezione di una personalità in grado di garantire la continuità con il passato, anche se a parole dicono il contrario. Del resto non fanno che replicare a livello locale quello che è l’indirizzo politico a livello nazionale, dove la sinistra, ben lungi dalle sue radici storiche, continua a proteggere e a nascondere i nomi dei banchieri e dei grandi industriali che hanno rovinato questo Paese e molti piccoli risparmiatori e che privilegiano i clandestini illegali, che così possono essere sfruttati a dovere da gente senza scrupoli, a scapito dei cittadini normali, italiani in primis.

A questo punto è chiaro che se anche questa volta nulla ancora dovesse cambiare e se a Lodi verrà riconfermata l’attuale compagine politico-amministrativa che ha governato per vent’anni, la colpa non è più da ascrivere agli eletti, ma ad alcuni elettori, perché significa che in questa città in tanti si lamentano, ma la maggioranza dei cittadini preferisce assecondare una lobby politico-affaristica che si è consolidata nel tempo, più attenta alle proprie esigenze che a quelle della comunità; continueremo comunque a criticare, segnalare e proporre con tutti i mezzi a nostra disposizione.

Sarà una competizione molto dura, ma ci proviamo.

Lupi Giuseppe – Lista Civica Sarà, per Sara Casanova Sindaco


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);