Home Lettere a Lodinotizie Lettere – Fornero a Lodi. La sindrome del contro canto maggiano

Lettere – Fornero a Lodi. La sindrome del contro canto maggiano

71
0

La sindrome del contro canto maggiano

Apprendo che l’ex Ministro Fornero – quello del governo “tasse e sangue” di Mario Monti e che ha fatto degli attacchi a Salvini e alla Lega una delle sue ragioni politiche – scendera’ in citta’ ospite dell’associazione del vicesindaco Lorenzo Maggi. Maggi non e’ nuovo ad attacchi agli alleati leghisti – basta consultare i suoi profili social per rendersi conto delle bordate del vicesindaco – ma mai avrei immaginato invitasse uno dei principali “anti-Salvini” come suo ospite in città, sapendo comunque governa con un sindaco leghista.

La foga di differenziarsi a tutti i costi del vicesindaco Maggi e’ controproducente per la maggioranza tutta. Fare il contro canto non solo per questioni amministrative ma anche politiche fa male all’intera squadra. In piu’, atteggiarsi come un “piccolo Gianfranco Fini” – ovvero andando contro la maggioranza, cercando di porre veti o diktat,  facendo il contro canto ad ogni occasione bella e buona, con una corsa senza fine al distinguo – può far male anche alla sua carriera politica: Maggi si ricordi come l’ex leader di AN e’ finito…in disgrazia e dimenticato da tutti.

Ricordo anche al vicesindaco che la campagna elettorale per le elezioni comunali si e’ conclusa a giugno 2017 ed in seguito ad un apparentamento lui e’ diventato vicesindaco – non sindaco – della citta’. Al timone di Palazzo Broletto c’e’ un’altra persona, Sara Casanova, espressione diretta della Lega, donna leghista della prima ora. Sarebbe opportuno, in qualita’ di alleato, mostrare lealta’ nei suoi confronti, evitando attacchi alla forza politica di cui il Sindaco fa parte ed evitando di invitare persone che sono arcinote per la loro furia anti leghista. Una signora, la Fornero, che oltre ad essere detestata da milioni di italiani per cio’ che ha fatto con le pensioni, ha bollato Salvini come “squadrista, imbonitore, paranoico, ignorante” di recente, e potrei continuare con la lista di insulti che l’ex ministro montiano ha rivolto al leader politico del Sindaco Casanova e di tanti consiglieri ed assessori in Broletto.

Spero che simili provocazioni politiche del vicesindaco Maggi non accadano mai piu’ in futuro, sperando che lavori per i prossimi quattro anni per la citta’ smettendo la sua campagna elettorale permanente ricca di distinguo che danneggiano tutta la maggioranza.

Andrea Dardi

Ex consigliere comunale e candidato Sindaco di Fratelli d’Italia, fondatore del gruppo Alleanza Lodigiana e sostenitore di Sara Casanova

Apprendo che l’ex Ministro Fornero – quello del governo “tasse e sangue” di Mario Monti e che ha fatto degli attacchi a Salvini e alla Lega una delle sue ragioni politiche – scendera’ in citta’ ospite dell’associazione del vicesindaco Lorenzo Maggi. Maggi non e’ nuovo ad attacchi agli alleati leghisti – basta consultare i suoi profili social per rendersi conto delle bordate del vicesindaco – ma mai avrei immaginato invitasse uno dei principali “anti-Salvini” come suo ospite in città, sapendo comunque governa con un sindaco leghista.

La foga di differenziarsi a tutti i costi del vicesindaco Maggi e’ controproducente per la maggioranza tutta. Fare il contro canto non solo per questioni amministrative ma anche politiche fa male all’intera squadra. In piu’, atteggiarsi come un “piccolo Gianfranco Fini” – ovvero andando contro la maggioranza, cercando di porre veti o diktat,  facendo il contro canto ad ogni occasione bella e buona, con una corsa senza fine al distinguo – può far male anche alla sua carriera politica: Maggi si ricordi come l’ex leader di AN e’ finito…in disgrazia e dimenticato da tutti.

Ricordo anche al vicesindaco che la campagna elettorale per le elezioni comunali si e’ conclusa a giugno 2017 ed in seguito ad un apparentamento lui e’ diventato vicesindaco – non sindaco – della citta’. Al timone di Palazzo Broletto c’e’ un’altra persona, Sara Casanova, espressione diretta della Lega, donna leghista della prima ora. Sarebbe opportuno, in qualita’ di alleato, mostrare lealta’ nei suoi confronti, evitando attacchi alla forza politica di cui il Sindaco fa parte ed evitando di invitare persone che sono arcinote per la loro furia anti leghista. Una signora, la Fornero, che oltre ad essere detestata da milioni di italiani per cio’ che ha fatto con le pensioni, ha bollato Salvini come “squadrista, imbonitore, paranoico, ignorante” di recente, e potrei continuare con la lista di insulti che l’ex ministro montiano ha rivolto al leader politico del Sindaco Casanova e di tanti consiglieri ed assessori in Broletto.

Spero che simili provocazioni politiche del vicesindaco Maggi non accadano mai piu’ in futuro, sperando che lavori per i prossimi quattro anni per la citta’ smettendo la sua campagna elettorale permanente ricca di distinguo che danneggiano tutta la maggioranza.

Andrea Dardi

Ex consigliere comunale e candidato Sindaco di Fratelli d’Italia, fondatore del gruppo Alleanza Lodigiana e sostenitore di Sara Casanova