Home Lettere a Lodinotizie Lettere – Ex Consorzio, occasione di restituire ai lodigiani una parte di...

Lettere – Ex Consorzio, occasione di restituire ai lodigiani una parte di città

335
0

Riqualificazione ex Consorzio Agrario – Come più volte già detto l’intervento che vedrà la riqualifica dell’intera area che dal 2013 è in stato di abbandono e degrado, sarà per Lodi l’occasione di restituire ai lodigiani una parte di città, oggi non fruibile.

Spiace leggere costantemente sulla stampa di persone e associazioni che lamentano solo criticità, addirittura affermando che l’amministrazione Casanova con questo progetto sta facendo “una battaglia contro tutti i viventi, cittadini, alberi, cani, gatti”. 

Partendo dal presupposto che accontentare tutti è molto difficile, questo progetto come emerso peraltro da un sondaggio giornalistico, piace e sta trovando moltissimi riscontri positivi tra la cittadinanza. Non corrisponde a piena verità quanto denunciato dal Signor Poggio di Legambiente che sostiene che con l’arrivo dell’ipermercato sparisce l’area verde per la sgambatura dei cani, la colonia felina e si riducono le alberature. 

Il piano integrato di intervento, porterà migliorie ad un’ area che oggi è tutt’altro che ecologica e comporterà la riqualificazione della vicina area verde di via Marconi. Come si denota dalle planimetrie, l’area giochi dei bambini e le piante esistenti site in quest’ultima, non saranno oggetto di alcun intervento bensì, nello spazio adiacente, sarà collocata una nuova area dedicata ai cani, più comoda spaziosa ed idonea rispetto a quella attuale e sarà costruita un’oasi felina attrezzata e più sicura. 

Nessuna colata di cemento dunque andrà a togliere il diritto a cani e gatti di avere spazi a loro dedicati. 

Per quanto riguarda il verde, come tutti possono leggere nella documentazione presente sul sito del Comune di Lodi, la trasformazione urbanistica, porterà la messa a dimora di 560 alberature e 1120 arbusti. Non tutte troveranno collocazione nell’area, ma sicuramente saranno messe a dimora più alberature rispetto a quelle esistenti, che si contano sulle dita di una mano. 

La superficie permeabile inoltre rispetto ad oggi viene aumentata. Verde a siepe verrà disposto lungo il perimetro sulla strada che costeggerà il complesso, per 1500 mq che vanno ad aggiungersi a 1500 mq di verde esteso.

Si sottolinea che il PGT vigente, prevede una edificabilità pari a 16 mila mq, mentre il PII vedrà costruire solo la metà delle metrature consentite, con una superficie di vendita pari a 2500 mq ( non 7500 come indicato da alcune slide diffuse del coordinamento Lodi Vivibile). 

Eleonora Ferri – Consigliere Comunale Lega Salvini Premier – Comune di Lodi