Home Lettere a Lodinotizie Lettere – Crespiatica, Piazza della Pesa: uno sfizio da 192.000€ a spese...

Lettere – Crespiatica, Piazza della Pesa: uno sfizio da 192.000€ a spese dei cittadini

60
0

Gentile direttore, le chiedo uno spazio sul suo quotidiano per spiegare ai cittadini di Crespiatica il regalo che l’amministrazione comunale ha fatto loro per il Natale 2018.

Lo scorso giovedì 13 dicembre è stata pubblicata nell’Albo Pretorio comunale una delibera di giunta, datata 17 novembre, con la quale l’amministrazione ha dato il via libera al progetto esecutivo di riqualificazione di piazza della Pesa.

Il costo? 192.000€. Inizio lavori: previsto per gennaio 2019. Per lo sfizio di un’amministrazione, un nuovo debito per la collettività (evidentemente i mutui per palestra e pista ciclabile non sono stati sufficienti).

Ebbene: la volontà di riqualificare la piazza con questo progetto porterà ad una riduzione di spazi per la sosta in un punto strategico per almeno 10 attività commerciali e, data la limitata presenza di vigilanza sul territorio, produrrà un totale caos viabilistico perchè le auto saranno parcheggiate ancor più selvaggiamente di quanto avvenga oggi.

Il nostro paese ha bisogno di investimenti ben diversi: dossi, rifacimento asfalto nelle frazioni e nel centro storico, regolamentazione della velocità, strada secondaria. Una nuova piazza non è certamente la priorità.

In tutto ciò una cosa è evidente: ci sono voluti oltre 10 anni per rifare via Dall’Oro (e i cittadini di Crespiatica sanno bene di cosa sto parlando), ma meno di un anno per fare una nuova piazza, il tutto mentre nel 2011 questa stessa amministrazione ha speso 618.000€ di oneri accantonati per la palestra (struttura ben nota ai cittadini per i suoi limiti), e nel 2010 ha acceso un mutuo da quasi 60.000€ per asfaltare strade di campagna al fine di trasformarle in una improbabile pista ciclabile, oggi del tutto in rovina.

Evidentemente ci sono priorità e priorità.

Comunque, non appena pubblicata la delibera di giunta, ho presentato al protocollo una raccolta firme, fatta negli scorsi mesi, con la quale molti concittadini hanno espresso contrarietà al progetto.

Sottolineo già ora: l’amministrazione eviti di giustificare nuovamente questo intervento con la necessità di sicurezza per l’uscita dei bambini da scuola, perchè se questa fosse stata la vera priorità, la piazza avrebbe potuto essere interdetta al traffico con un’ordinanza, senza spendere una tanto ingente cifra.

Si eviti anche di dire che i parcheggi ci sono perchè spesso e volentieri, per ragioni varie (festività, eventi sportivi, mercato ed altro), il parcheggio di strada dei Marzi non è sufficiente a garantire la richiesta di spazi per la sosta.

In conclusione ribadisco che la volontà dell’amministrazione di Crespiatica è creare una piazza, a spese dei cittadini e delle attività commerciali, che però non corrisponde alle reali esigenze del paese! Un bel regalo di fine mandato di questa amministrazione che in maniera più che evidente, su questa scelta, si è spaccata. Sono certo che i cittadini sapranno trarre le proprie conclusioni in merito a questa vicenda.

Carlo Alberto Rizzi