Home Lettere a Lodinotizie Lettere – Assunzione centralinista: solo l’amministrazione Casanova ha adempiuto alle norme

Lettere – Assunzione centralinista: solo l’amministrazione Casanova ha adempiuto alle norme

628
0

Palazzo Broletto è provvisto di una postazione al centralino dedicata a far svolgere il lavoro di centralinista a soggetti ipovedenti ma nessuno delle vecchie amministrazioni di sinistra aveva mai pensato di potere ed in realtà dovere assumere una persona che ricoprisse tale posizione. 

Il Comune di Lodi aveva conferito ad una cooperativa in appalto dal 1/4/2013 il servizio di portierato, reception informazione ed accoglienza turistica e tale affidamento, sebbene ricomprendeva anche il servizio centralino, non escludeva l’obbligo in capo all’amministrazione di assumere un centralinista non vedente in osservanza delle disposizioni della legge 113/1985. 

Anche in deroga alle norme che limitano le assunzioni, i datori di lavoro pubblici sono tenuti ad assumere ipovedenti laddove vi siano gli strumenti adeguati affinchè possano svolgere il lavoro. 

È solo adesso con l’amministrazione Casanova che si è adempiuto alle norme dettate dall’articolo 3 comma 2 e articolo 4 commi 1,2,3,4 della legge 113/1985, poiché le precedenti amministrazioni a guida PD non avevano mai provveduto a farlo, esponendo così il Comune di Lodi ad un obbligo non ottemperato oltre che a una condizione oggettiva di insensibilità verso quelle categorie di persone che sicuramente meritano una particolare attenzione.

Eleonora Ferri – Consigliere Comunale Lega – Comune di Lodi