Home Lettere a Lodinotizie Lettere – All’Ospedale Maggiore di Lodi la civiltà è scomparsa

Lettere – All’Ospedale Maggiore di Lodi la civiltà è scomparsa

35
0

Gentile direttore,

in relazione ai nuovi episodi riguardanti gravi furti all’ospedale di Lodi, dobbiamo tristemente constatare che il problema è ormai annoso e nonostante le nostre denunce niente è stato fatto. Sarebbe ora che la direzione abbandoni l’idea che “siccome è un luogo pubblico non si può impedire a nessuno di entrare”, perché l’ospedale è un luogo protetto, dove devono poter entrare solo i malati, i loro parenti ed amici oltre ovviamente i lavoratori ed il personale sanitario.

La situazione è da troppo tempo invece catalogabile come incivile, nel senso proprio del termine. All’Ospedale Maggiore di Lodi la civiltà è scomparsa, per dare spazio all’anarchia e alla violenza. Chi ne risente sono ovviamente i malati che oltre ad essere in condizione di debolezza psicologica e fisica ne subiscono di tutti i colori. Gli infermieri, i medici (soprattutto le donne) sono importunati all’ingresso degli spogliatoi. Da segnalare inoltre la situazione notturna del pronto soccorso, dove nullafacenti di ogni risma stazionano senza avere alcun bisogno di cure, intralciando e importunando i pazienti e il personale. 

Nel novembre del 2014 siamo stati i primi a denunciare la situazione, ma siamo rimasti inascoltati. Nel febbraio 2015 Riccardo De Corato presentò all’allora Assessore Regionale una interrogazione per invitare le istituzioni competenti a risolvere nei fatti il problema. Successivamente erano stati fatti proclami riguardanti telecamere e sorveglianza fissa, ma a quanto pare erano solo proclami. Come il voler ribadire continuamente meriti e capacità del management dell’ospedale. Ci domandiamo se non occuparsi di sicurezza, decoro e buona gestione della cosa pubblica (evitando ad esempio furti a costose strumentazioni mediche), non debba essere nelle priorità di chi viene lautamente pagato per governare un ospedale pubblico.

A tutto ciò si aggiunge la situazione anch’essa al di sotto dei livelli di civiltà del parcheggio dell’ospedale.

La situazione è risolvibile nell’arco di una giornata, impedendo l’accesso ad accattoni e bivaccatori, ma a quanto pare a qualcuno questa situazione non interessa.

Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale

Segreteria provinciale di Lodi