Home Lettere a Lodinotizie Lettere – Ai rappresentanti locali del PD restano solo risentimento e frustrazione

Lettere – Ai rappresentanti locali del PD restano solo risentimento e frustrazione

1382
0

Sappiamo che il Partito Democratico attualmente ha pochi sindaci e pochi amministratori a rappresentare il territorio lodigiano. Capiamo quindi che, per la maggior parte dei suoi rappresentanti, scrivere lettere ai giornali attraverso comunicati colmi di risentimento e frustrazione possa essere l’unica vera alternativa allo stare in casa, seduti sul divano. Teniamo però a ricordare loro che i Sindaci della Lega sono da 40 giorni impegnati in prima linea 24 ore al giorno per cercare di risolvere e gestire concretamente le problematiche di ciascun cittadino in difficoltà. Le chiacchiere e le polemiche stanno quindi a zero.

Dovrebbero invece domandarsi chi ad inizio Febbraio accusò di razzismo i Governatori del Nord quando consigliarono di tenere a casa da scuola per 14 giorni i bambini e i ragazzini rientrati dalla Cina. O quali sindaci,  probabilmente più preoccupati dell’immagine della propria città che non della salute di tutti, esortavano i propri cittadini a continuare a fare aperitivi nei bar. O chi incitava a gran voce la gente ad andare a pranzo e a cena nei ristoranti cinesi. O magari chi accusò il Presidente Fontana con indosso una mascherina, di creare un allarmismo ingiustificato, contrapponendogli imbarazzanti slogan tipo #MilanoNonSiFerma. O peggio ancora chi dovrebbe rappresentare tutta l’Italia ed invece non ha trovato di meglio che accusare il personale dell’ospedale di Codogno di gestione irresponsabile. Un bel ringraziamento nei confronti di coloro i quali mettono quotidianamente a rischio la propria salute e la propria vita per salvare quella degli altri.

Ecco. Ci pare che già questo elenco si situazioni sia tale per cui forse, i rappresentanti del Partito Democratico è bene continuino a restare in casa anche molto oltre il termine della quarantena. Speriamo abbiano tutti un divano comodo.

La segreteria provinciale ed i Sindaci della Lega del Lodigiano