Attualità

L’Associazione ALAH premia gli studenti e gli scatti che vanno “Oltre le parole”

Venerdì 31 marzo alle ore 10.30, presso la sede in Via Agostino da Lodi 9 a Lodi, l’Associazione Lodigiana Amici degli Handicappati (ALAH) premierà la fotografia che meglio esprime il concetto di diversità come risorsa. Tra le tante immagini catturate dagli studenti frequentanti le scuole della città di Lodi che hanno aderito al progetto “Oltre le parole”, realizzato grazie al contributo della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi, dopo un’ attenta e accurata selezione è stata scelta la foto migliore.

Sono molti gli studenti che hanno partecipato alle attività condotte da tre professionisti in carico all’Associazione: un’esperta di comunicazione non verbale e due esperti di fotografia, affiancati da alcuni ragazzi disabili frequentanti i servizi diurni (Centro Socio Educativo e Servizio di Formazione all’autonomia) gestiti dalla Coop. Sociale Il Mosaico di Lodi.

Alla base del percorso, la volontà di promuovere una società solidale dove la diversità, anche nella disabilità, possa essere risorsa e non ostacolo, andando al di là di stereotipi e pregiudizi. Realizzato con laboratori di comunicazione non verbale e attraverso l’utilizzo degli scatti fotografici, il prodotto di questo percorso si è tradotto nell’innesto di relazioni aperte, accoglienti e con uno sguardo di accettazione dell’altro, basato sulla conoscenza reciproca e ha dato vita a relazioni significative.

A seguito della cerimonia di premiazione dello “scatto” più significativo, sarà possibile visitare la mostra allestita all’interno degli spazi della Coop. Soc. Il Mosaico.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);