Sport

L’Amatori Wasken vince a Valdagno (5-4) una gara delicata, dimostrando di saper soffrire e di possedere grande fiducia nei propri mezzi

Foto di Roberta Mirabile

I due bomber del Lodi, autori dei 5 gol: Ambrosio (3) e Platero (2) – Foto di Roberta Mirabile

L’Amatori Wasken vince a Valdagno (5-4) una gara delicata, dimostrando di saper soffrire e di possedere grande fiducia nei propri mezzi.

La formazione veneta, rinforzata anche dall’arrivo di un uomo d’esperienza come l’ex capitano del Bassano Giovanni Zen, ha dato grande filo da torcere ai giallorossi, cullando anche il colpo grosso. 

Ma questo Lodi targato De Rinaldis sta studiando per diventare grande squadra e la pratica Valdagno con fatica è stata archiviata: sabato tocca il Matera, indubbiamente la squadra del momento. 

Primo tempo, un giusto 2-

L’equilibrio viene spezzato da Fariza, certamente il migliore dei veneti, mentre al 17′ in trentasette secondi Ambrosio ribalta il punteggio, confermando la grande precisione in zona gol. Ma la squadra di Vanzo è solida e ben messa in pista, ed il 2-2 di fine frazione (Peripolli) è un punteggio giusto.

La ripresa e lo show di Platero

L’equilibrio in pista è assoluto, nonostante il Lodi palesi maggior qualità nei singoli, mentre tra i padroni di casa più volte è l’eterno Cunegatti (classe ’70) a togliere le castage dal fuoco, come al 10′, quando para a Malagoli il tiro per il Decimo fallo. Il Lodi inizia il suo forcing, trascinato da un Platero perfetto in ogni chiusura difensiva. Così il diagonale di Peripolli del 3-2 per il Valdagno giunge inaspettato, ed è frutto di una grande classe che il talento veneto non ha mai espresso con continuità.

L’immediata pressione giallorossa un minuto dopo porta i suoi risultati: il giovane Zambon sbaglia la più semplice delle ripartenzae e Ambrosio ne approfitta firmando la tripletta peronale.

Le disattenzioni difensive e l’energia di Franco Platero regalano tre punti al Lodi: Bertoldi fallisce uno scarico al termine di una transizione e la ripartenza dell’argentino si chiude con un rovescio sotto l’incrocio che fulmina Cunegatti. Si entra negli ultimi 2 minuti, decisi da due tiri di rigore: prima Fariza, che sigla il 4-4, poi Platero, che di rovescio (gesto che usa con parsimonia ma grande precisione) trasforma un tiro cercato e voluto da capitan Illuzzi, il cui slalom viene stroncato in area con troppa veemenza.

L’Amatori Wasken fa suoi i 3 punti ed ora guarda con fiducia al match di sabato con il Matera, dove c’è in palio molto più di un terzo posto.

ADMIRAL VALDAGNO – AMATORI WASKEN LODI 4-5 (pt: 2- 2)

MARCATORI PT: 6:19 J.Fariza (A), 17:02 F.Ambrosio (B), 17:39 (Pun) F.Ambrosio (B), 18:54 A.Peripolli (A).

MARCATORI ST: 15:47 A.Peripolli (A), 16:45 F.Ambrosio (B), 18:44 F.Platero (B), 23:04 (Rig) J.Fariza (A), 23:30 (Rig) F.Platero (B).

ADMIRAL VALDAGNO: A.Bertoldi, G.Zen, F.Zambon, S.Campagnolo, J.Fariza, A.Peripolli, A.Bicego, T.Marchesini, M.Cunegatti, L.Nieddu. All. F.Vanzo.

AMATORI WASKEN LODI: A.Verona, F.Ambrosio, F.Platero, A.Malagoli, O.Coppola, E.Pochettino, F.De Rinaldis, D.Illuzzi, A.Català, R.Porchera. All. P.De Rinaldis.

ARBITRI: Da Prato A. – Silecchia J.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);