Home Cronaca L’Amatori si fa raggiungere due volte: dal Trissino (4-4) e in vetta

L’Amatori si fa raggiungere due volte: dal Trissino (4-4) e in vetta

94
0

L’Amatori continuala serie negativa, si fa raggiungere dal Trissino a 24 secondi dalla fine (4-4) e viene agganciato in vetta al Forte dei Marmi. Questo il resoconto di un martedì sera resosi complicato dalla tenacia ( che avevamo ampiamente previsto in fase di presentazione) della formazione di Valverde, squadra che difende assai bene e che gioca un hockey concreto e senza fronzoli. Eroe della serata il giovane Alberto  Greco, un classe ’98 dotato di un ottimo fisico, tanta personalità e buona tecnica. Non a caso è suo il gol del pareggio, giunto a una manciata di secondi dal termine. Greco non è l’unico giovane schierato dal tecnico spagnolo, che regala tanti minuti anche al guizzante Faccin.

Giulio Cocco infila Nicoletti: per lui anche tre pali (Foto Roberta Mirabile)
Giulio Cocco infila Nicoletti: per lui anche tre pali (Foto Roberta Mirabile)

L’Amatori dal canto suo è sempre stata in vantaggio, ha fatto la gara, a volte stazionando nell’area offensiva. Ma nel finale ha pagato la mancanza di ossigeno, una stanchezza evidente, che non ha lasciato sufficiente lucidità nella gestione dell’esiguo vantaggio.

E non potrebbe essere altrimenti per una squadra che da settembre ha giocato 32 gare, ruotando quasi esclusivamente 5 uomini di movimento, in partite che ha sempre “fatto”, con il piglio di chi gioca con verticalità e continua ricerca di profondità.

La cronaca

Resende parte dando fiducia al giovane Mattia Verona e concede un turno di riposo a Català. Valverde lascia in panchina i giovani Greco e Faccin, ma dal 18′ diventeranno pedine insostituibili insieme alla coppia Aguilar – Oruste.

Pronti via e dopo 30” Cocco fallisce un testa a testa colpendo un palo. Dopo 7’ di hockey veloce e senza fronzoli, il Lodi passa con il classico schema: entrata da sinistra di Platero e assist al bacio dì Ambrosio.
Trascorrono tre minuti, Illuzzi  recupera sfera, serve Cocco che stampa sul palo un perfetto diagonale. E due.
Al 16’ Mattia Verona respinge una conclusione sotto l’incrocio destro, lanciando la sfera direttamente sul bastone di Cocco, che dalla corsia di destra serve un assist al bacio per Ale Verona che firma il raddoppio.
A 7 dall’intervallo Valverde inserisce contemporaneamente Greco e Faccin, con quest’ultimo abile a salvare un 2 Vs 1 Cocco – Ambrosio, togliendo di fatto un gol. Sul ribaltamento show della “cantera” trissinese, con una bella conclusione di Greco. Il Trissino accorcia al 20′, con un tocco da due passi Oruste.
Secondo tempo

La gioia del bravissimo Alberto Greco, classe '98, talento cresciuto nella "cantera" del Trissino (Foto Roberta Mirabile)
La gioia del bravissimo Alberto Greco, classe ’98, talento cresciuto nella “cantera” del Trissino (Foto Roberta Mirabile)

Valverde ripropone ancora Greco, mentre il perno difensivo Ghirardello esce indenne da un violento scontro con la balaustra.
Minuto numero 3, Bertinato aggancia Cocco: blu per il capitano del Trissino e trasformazione chirurgica dello stesso Cocco. Un attimo più tardi ancora il Veneto protagonista, con il terzo palo di giornata.
Valverde inserisce Faccin, preferendo una squadra giovane, da affiancare ai più esperti  Aguilar e Oruste.
Ale Verona vive un attimo di sfortuna al 6′: prima colpisce una clamorosa traversa – riga, poi sul rientro difensivo stende Oruste, rimediando un blu. L’argentino trasforma e in un amen si passa da un possibile 4-1 al 3-2.
Valverde si affida al carattere di Greco e alle punte di velocità di Faccin e serve tutta la malizia difensiva della coppia Illuzzi- Platero per arginare un paio di incursioni velenose.

La gara vive un momento di equilibrio, spezzato al 14’ da Ambrosio, lesto ad infilare in rete il 4-2 insaccando una ribattuta della balaustra. Il match sembra in ghiaccio, probabilmente l’Amatori di venti giorni fa avrebbe chiuso la pratica. Ma non oggi.
E lo si può notare dalla mancata copertura che al 16’ permette ad Oruste di  partire con un coast to coast e infilare indisturbato una potente conclusione sotto la traversa di Verona. Il Lodi non riesce più a spingere sull’acceleratore, Cocco fallisce un tiro diretto, trovando di fronte un reattivo Nicoletti, in forma smagliante nonostante lo scoccare delle 40 primavere.

Così nel finale il Trissino pareggia e la fiducia di Valverde verso Greco viene ripagata dal giovane numero due, che a 23 secondi dalla sirena trova il diagonale che vale un pareggio tutto sommato meritato.
AMATORI WASKEN LODI – HOCKEY TRISSINO 4-4. (2-1)
PT: 7:14 Platero, 15:49 Verona, 19:36 M.Oruste
ST: 2:46 (Pun) G.Cocco (A), 5:59 (Pun) M.Oruste (B), 13:30 F.Ambrosio, 16:53 Oruste, 24:36 A.Greco