Cronaca

Ladro ucciso: nell’ultimo mese in Lombardia tanti episodi da “Aranciata meccanica”

Casanova sindaco

Paolo Grimoldi

«A prescindere da quanto realmente accaduto questa notte nella rapina avvenuta nel lodigiano rilevo che solo nel 2017 in Lombardia sono avvenute numerose rapine con modalità da ‘Arancia meccanica’, con vittime aggredite nei loro luoghi di lavoro o nelle loro abitazioni, ferite, anche gravemente, o prese in ostaggio da malviventi e minacciate con armi.
Due giorni fa a Pavia un uomo rapinato in centro è stato colpito ad un braccio da una coltellata, due giorni fa un rapinatore a Milano è fuggito in auto infilando contro mano la Tangenziale Est provocando otto feriti, quattro giorni fa a Bergamo un uomo aggredito per rapina in strada di notte è stato preso a martellate in testa, il 24 febbraio un uomo è stato ridotto in fin di vita, massacrato dai rapinatori entrati nella sua villa a Ghedi, il 20 febbraio una rapina in una banca a Brescia con 20 tra clienti e personale presi in ostaggio e minacciati con armi, l’8 febbraio, sempre nel bresciano, una dipendente del casello autostradale presa in ostaggio e minacciata di morte dai rapinatori.
E lo scorso 4 febbraio un poliziotto è morto nel lecchese durante una colluttazione con un criminale in fuga.
E questo solo nell’ultimo mese: è evidente che in Lombardia c’è un problema sicurezza, un problema generato dalle scellerate scelte dei vari Governi del Pd che, da una parte, con indultini, svuota carceri e depenalizzazioni di reati, ha rimesso in libertà o ha lasciato liberi i criminali, e dall’altra parte, con i continui tagli agli enti locali e alle forze dell’ordine ha ridotto le possibilità di avere uomini per pattugliare e presidiare il territorio e mezzi fondamentali per prevenire o sorvegliare quali telecamere e una maggiore illuminazione in zone buie e periferiche, mezzi spesso impossibili per i Comuni con i bilanci ridotti all’osso.
Per cui qualcuno a Roma dovrebbe farsi qualche domanda dopo il morto di questa notte…». 
Lo dichiara l’on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda-Lega Nord.

Anche il consigliere regionale Pietro Foroni, ha dichiarato: «Per i fatti di Casaletto Lodigiano, esprimo la più grande solidarietà e vicinanza a Mario Cattaneo e a tutta la sua famiglia, ennesime vittime di una generale situazione di insicurezza e criminalità. Mario ha difeso la sua famiglia, la sua proprietà e la sua attività. Naturalmente io sto con lui e con tutti quelli che, vittime di aggressioni nelle proprie abitazioni o nelle proprie aziende, si difendono contro ladri e criminali».


casanova sindaco


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);