Home Appuntamenti La più grande violoncellista al mondo sul palco delle Vigne

La più grande violoncellista al mondo sul palco delle Vigne

55
0

Appuntamento imperdibile al Teatro alle Vigne domenica 6 marzo, per la stagione concertistica degli Amici della Musica A.Schmidt. Protagonista sarà infatti Natalia Gutman, considerata la più grande violoncellista vivente, che si presenterà in trio con il violinista Sviatoslav Moroz ed il pianista Dimitri Vinnik. La crescita artistica di Natalia Gutman è stata determinata soprattutto da due personalità musicali in Russia: suo nonno Anisim Berlin, violinista e allievo del leggendario Leopold Auer, e Galina Kozolupova, sua insegnante per ben quindici anni. Altri tre grandi musicisti hanno avuto un ruolo essenziale nella vita, sia privata che musicale, di Natalia Gutman: Sviatoslav Richter, morto nel 1997, suo marito Oleg Kagan, morto nel 1990, e Mtsilav Rostropovitch. Richter diceva di lei: <<Natalia Gutman è l’incarnazione dell’onestà nell’arte>>. Nata a Kazan, in Russia, ha iniziato lo studio del violoncello all’età di cinque anni e all’età di 9 anni eseguiva il suo primo concerto. Allieva prediletta di Mstislav Rostropovich al Conservatorio di Mosca dal 1964, nel 1967 ha vinto il Concorso della ARD di Monaco di Baviera. Da allora ha avuto inizio la sua brillante carriera internazionale, che l’ha vista ospite delle più famose sale europee e delle più prestigiose orchestre: Berliner Philharmoniker, Wiener Philharmoniker, London Symphony Orchestra, Münchner Philharmoniker, Filarmonica di San Pietroburgo e Orchestre National de France. Nel 1998 Natalia ha suonato in Sudafrica, ultimo continente dove l’artista non era ancora apparsa. Natalia ha eseguito l’integrale delle Suites di Bach per violoncello solo a Mosca, Berlino, Monaco, Madrid, Barcellona, in Francia, in Italia, Olanda e Svizzera. A Manchester ha partecipato al festival di violoncello e nell’estate del 2000 ha suonato ai festival di Berlino, Lucerna e Salzburg, nonché a Londra (Proms Concerts) insieme ai Berliner Philharmoniker diretti da Bernard Haitink, che sostituì il maestro Claudio Abbado, allora malato. Sempre nella stagione 2000/01 ha suonato con orchestra a München, Berna, Helsinki, Birmingham e San Paolo in Brasile. Nel marzo 2002 ha suonato a Milano con la Filarmonica della Scala diretta dal maestro G. Bertini. Nella stagione 2002/03 ha effettuato concerti con la New York Philharmonic diretta dal maestro Kurt Masur ed a Baltimore con il maestro Yuri Temirkanov. Nel 2003 è stata protagonista di una lunga ed acclamata tournée in Giappone. Oltre al repertorio bachiano, classico e romantico, Natalia Gutman è anche attenta interprete della musica contemporanea, eseguendo brani di Sofia Gubaidulina, Denisov, Mansurian e Lobanov. Alfred Schnittke le ha dedicato una Sonata e il suo primo Concerto per Violoncello. Con la Royal Philharmonic Orchestra e Yuri Temirkanov ha inciso i due Concerti di Shostakovic per la RCA/BMG Ariola. Con la Philadelphia Orchestra e Sawallisch ha inciso il Concerto per Violoncello di Dvorak e con la London Philharmonic diretta da Kurt Masur i Concerti per Violoncello di Schumann e di Schnittke, entrambi su etichetta EMI. Sempre per la EMI ha recentemente inciso le composizioni cameristiche di Schumann con partners del calibro di Martha Argerich e Mischa Maisky. Ogni anno all’inizio di luglio Natalia Gutman invita i suoi amici musicisti all’Internationaler Musikfest a Kreuth/Tegernsee, in Baviera, fondato nel 1990 insieme al marito Oleg Kagan, ora a lui dedicato, dopo la scomparsa avvenuta nei giorni successivi alla prima edizione del festival, il 15 luglio 1990.

Teatro alle Vigne – Amici della Musica A.Schmidt

Stagione concertistica 2010-2011

Domenica 6 marzo 2011 – Ore 17.00