Home Arte & Cultura Inaugura al Bipielle Arte la mostra “Centocinque” di Alberto Martinenghi

Inaugura al Bipielle Arte la mostra “Centocinque” di Alberto Martinenghi

71
0

Lodi, 13 febbraio 2019Venerdì 15 febbraio alle ore 17.30 presso la sala espositiva Bipielle Arte di via Polenghi Lombardo – Spazio Tiziano Zalli, avrà luogo l’inaugurazione della mostra ‘Centocinque’ di Alberto Martinenghi. L’esposizione offre al pubblico una selezione di 105 foto dell’artista lodigiano proposte in un allestimento suggestivo teso a esaltare l’insieme degli elementi interrogativi, allusivi ed emozionali che gli scatti di Alberto Martinenghi suggeriscono all’osservatore.

Nato a Lodi nel 1960, Martinenghi iniziò giovanissimo, autodidatta, la professione di fotografo sviluppando le proprie originali capacità tecniche ed estetiche anche attraverso numerosi viaggi in diverse parti del mondo: dall’India, all’Iran, all’Iraq e al Congo. Molte sue fotografie sono state pubblicate dai principali quotidiani nazionali, mentre i suoi lavori dedicati agli animali selvatici sono stati ospitati da importanti riviste specializzate; Martinenghi è attivo anche nel campo della fotografia commerciale.

Professionista completo, Martinenghi conosce una svolta negli esiti espressivi nel 2015 grazie all’incontro col fotografo Tony Hassler che, come ricorda Martinenghi stesso: «ha cambiato totalmente il mio modo di percepire le immagini e di concepire la fotografia, aprendomi la strada a nuove esperienze sia artistiche sia professionali».

E sarà proprio Tony Hassler il protagonista dell’evento collaterale che avrà luogo il prossimo sabato 23 febbraio alle ore 16.30. Alberto Martinenghi ospiterà Hassler per un “Conversazione sulla Comunicazione attraverso l’immagine”. Riccardo Acciarino, clarinettista e clarinettista basso, curerà la cornice musicale dell’evento, eseguendo brani legati agli argomenti proposti tratti dal repertorio clarinettistico.

Tony Hassler sarà presente anche venerdì 15 febbraio all’inaugurazione della mostra.

La mostra, organizzata dalla Fondazione Banca Popolare di Lodi e patrocinata dal Comune di Lodi rimarrà in cartellone presso Bipielle Arte fino al 10 marzo 2019.