Home Territorio Lodigiano Impianti sportivi, parte da Lodi il tour delle province lombarde

Impianti sportivi, parte da Lodi il tour delle province lombarde

116
0

Un sopralluogo utile per capire le necessità del territorio. E’ quello effettuato, oggi, dall’assessore allo Sport e ai Giovani Martina Cambiaghi in provincia di Lodi, accompagnata, nella sua visita istituzionale, dal sindaco di Lodi Sara Casanova e dall’assessore allo Sport Lorenzo Maggi, oltre che dai sindaci di Castelnuovo Bocca d’Adda, Marcello Schiavi e di Codogno, Francesco Passerini.

BENEFICI AL LODIGIANO DA BANDO IMPIANTI 2018 – “La provincia di Lodi – ha spiegato Cambiaghi – ha già avuto il beneficio di fruire di contributi regionali attraverso la partecipazione a bandi appena appena chiusi. Andremo avanti su questa strada. E’ infatti volontà del mio Assessorato puntare sulla riqualificazione e adeguamento degli impianti sportivi obsoleti. Nei prossimi anni contiamo infatti di destinare le risorse di cui disponiamo proprio per queste finalità”.

ADEGUAMENTO PISCINA E PISTA DI ATLETICA DI LODI – “Il recupero della vecchia piscina e della pista di atletica sono le priorità che mi sono state segnalate per quanto riguarda la città di Lodi e che prossimamente valuteremo bene come affrontare attraverso bandi regionali generici come quelli che abbiamo già portato avanti – ha aggiunto -. E’ utile vedere con i miei occhi quali sono le reali esigenze delle Amministrazioni locali a fronte delle richieste dei Lodigiani”.

TAPPA A CASTELNUOVO BOCCA D’ADDA E AL PALAZZETTO DI CODOGNO – Le tappe successive della visita odierna hanno toccato i campi da calcio di Castelnuovo Bocca d’Adda e il palazzetto dello sport di Codogno, che dovranno subire lavori di manutenzione straordinaria e ammodernamento.

ATTENZIONE AL TERRITORIO, RICOGNIZIONE IN TUTTE LE PROVINCE – “Ancora una volta la Regione Lombardia presta la massima attenzione alle esigenze del territorio – ha concluso Cambiaghi -. Lodi è stata la prima provincia di questo tour istituzionale, che toccherà tutte le province lombarde e farà una ricognizione locale puntuale e attenta col prezioso supporto degli amministratori”.