Home Primo Piano Il Viareggio espugna con merito il Palacastellotti e comanda la serie 2-1

Il Viareggio espugna con merito il Palacastellotti e comanda la serie 2-1

36
0

Il Viareggio espugna il Palacastellotti per 3-1 e si porta avanti nella serie per 2 gare ad 1, con un match point disponibile già da martedì nella quarta partita in programma al PalaBarsacchi.

Letta così sembra un cappello introduttivo normalissimo. Invece non c’è nulla di normale in ciò che ha fatto l’Amatori Lodi questa sera. Zero intensità, tantissimi errori nei passaggi, poche ripartenze, nessuna soluzione offensiva e la faccia triste di ha un sassolino nella scarpa, ma non se lo vuole togliere. Oppure sta aspettando semplicemente l’occasione giusta.

Foto Mirabile
Foto Mirabile

Dall’altra parte il Viareggio di Bertolucci ha giocato una partita perfetta: difesa attenta, al limite della perfezione (un errore, che ha lanciato Verona in testa a testa da cui però è nato lo 0-1), grande carattere e una miriade di svariate scelte offensive, con un Gavioli in grande forma e uno Xavi Costa high profile.
E se il primo tempo è stato tutto sommato equilibrato, la ripresa ha mostrato un Lodi completamente sfilacciato, insicuro e alquanto disorganizzato, che non ha mai realmente impegnato Barozzi. Anzi, c’è voluto un immenso Català a togliere almeno 4 palline che avrebbero ampliato il passivo.
La cronaca
Che fosse una serata differente da martedì scorso lo si capisce dal primo minuto, con il taccuino che registra “tiri in porta 3″ alla voce Viareggio.
Il punteggio si sblocca già al 7’: Verona fallisce un’occasione colossale, fallendo un testa a testa solitario. Barozzi para e sulla ripartenza il fallo di Platero viene punito con i 2’ di penalità: Xavi Rubio trasforma alla perfezione il tiro diretto.
Alla metà esatta della prima frazione Ambrosio – fino a quel momento impalpabile -, decide di mostrare le sue qualità in uno slalom che si conclude con un aggancio di bastone al momento del tiro. Il rigore fischiato da Eccelsi viene trasformato con precisone da Illuzzi. L’1-1 porta una relativa tranquillità in un Palacastellotti elettrico.
Il pareggio dura un amen: dopo un giro di lancette Gavioli gira dietro porta, Maremmani perde completamente Xavi Costa sul primo palo e lo spagnolo infila senza problemi l’1-2. Le percentuali di merito, sulla rete che di fatto decide il match, vanno divise a Gavioli per un buon 70%, Maremmani per il restante 30, con Costa autore del gol al quale resta sufficiente la menzione nel tabellino dei marcatori.
A 32 minuti dal termine si conclude di fatto la gara degli uomini di Resende. Poca la precisione nei passaggi, mentre le seconde palle sono tutte degli ospiti, senza alcuna soluzione offensiva che vada a buon fine.
Il fondo del barile il Lodi lo tocca quando a 5 secondi dalla fine della prima frazione Verona colpisce un palo clamoroso a Barozzi battuto. La sfera viene rilanciata verso la porta lodigiana e mentre la sirena sta suonando Montigel ribatte in rete gol del 3-1 per il Viareggio. La gente in tribuna protesta, ma Eccelsi ha ragione piena: la rete è validissima e il Viareggio si porta avanti nella serie che martedì potrebbe avere già il suo epilogo.
Già, ci sarebbe anche la ripresa con un Lodi talmente brutto, da non sembrare vero.
L’unico che si salva è Adria Català, che compie almeno quattro interventi determinanti, mentre il giovane Gavioli al 14’ colpisce un clamoroso incrocio dei pali.

Il Viareggio gioca larghissimo, sfruttando gli spazi, utilizzando anche un’ottima qualità del passaggio, cosa che non avviene in casa lodigiana, dove la prestazione di martedì scorso appare lontana anni luce.
Gara quattro sarà già decisiva, ma se le facce in casa Amatori sono quelle di questa sera, le speranze di raggiungere la seconda finale consecutiva sono veramente al lumicino.