Home Politica Il gruppo Lega Montanaso ha le idee molto chiare di cosa dovrà...

Il gruppo Lega Montanaso ha le idee molto chiare di cosa dovrà fare in caso di vittoria

832
0

Il gruppo Lega Montanaso ha le idee molto chiare di cosa dovrà fare in caso di vittoria: anziani, famiglie e giovani devono essere al centro di tutto. “Il nostro programma per i prossimi 5 anni -dice la squadra capitanata dal candidato sindaco Emanuele Gimondi- è incentrato su questi temi”. Sono molto decisi e convinti di quali siano gli argomenti importanti da trattare nei 5 anni del mandato e sottolineano 5 anni perché dicono “Chi vince deve lavorare dal 27 maggio 2019 al 2024 in modo continuativo”.
In che modo vogliono mettere in pratica i loro obiettivi lo spiegano in modo molto semplice: “Vogliamo stare al servizio delle persone perché solo prestando attenzione ai reali bisogni di ognuno si può far crescere l’intero paese”. Aggiunge Cristiana Rioldi: “Abbiamo idee e progetti che vogliamo concretizzare: ristrutturazione a lotti del Palazon e creazione di un centro diurno per anziani, dei quali ci si deve ricordare tutto l’anno e non solo da settembre a giugno. Proprio per questo abbiamo pensato a una serie di servizi dedicati a loro”.
Interviene Stefano Lodigiani: “Pensiamo anche ai giovani. Collaborando con le società sportive e coinvolgendoli in attività ricreative, anche serali, possiamo rivitalizzare il paese e non farlo passare come un dormitorio”
Ed infine Tanya De Pasquale, portavoce per Arcagna, pensa alle famiglie: “Sono una mamma lavoratrice che ha costruito con tanta fatica e tante soddisfazioni la propria splendida famiglia, sono consapevole quindi di tutte le attenzioni che sono necessarie per poterle supportare. E di quanto possa essere fondamentale un’amministrazione comunale sensibile ed attenta a tali esigenze”.
Ma idee e progetti da soli non bastano, afferma la squadra ed aggiunge: “E’ per questo che in caso di vittoria i nostri 5 anni saranno vissuti sul territorio a contatto con le persone”. E proseguono: “Perché sono le persone che fanno il paese e solo se anziani, famiglie e ragazzi saranno contenti allora il paese potrà crescere e ritornare a vivere”. Chiudono dichiarando: “Noi vogliamo essere lo strumento che i montansini avranno a disposizione per 5 anni per costruire un nuovo progetto di paese, sempre nel rispetto dei valori e delle tradizioni”