Cronaca

Maxi furto alla Hilti: 11 persone coinvolte, 4 arresti

Hilti

Maxi furto alla Hilti – I Carabinieri mostrano parte della merce sequestrata

Maxi furto alla Hilti – E’ di circa 280 mila euro il valore della preziosa e professionale attrezzatura da lavoro a marca Hilti, che i Carabinieri di Lodi, in seguito a mirate indagini, sono riusciti a recuperare. Si tratta di 300 pezzi fra trapani, martelli demolitori, avvitatori. flessibili, batterie, kit vari in valigette e altro ancora, merce non più destinata alla vendita stipata nei magazzini della ditta di Carpiano, che nel corso degli ultimi anni era stata rubata poco alla volta ma costantemente, fino a raggiungere una maxi cifra in corso di stima, ma comunque di svariate centinaia di migliaia di euro, molto più di quella sequestrata, senza che la ditta se ne accorgesse. Le indagini sono in corso per individuare eventuali dipendenti o persone in grado di far uscire la merce, oppure per capire se vi fosse un modo per entrare furtivamente nei capannoni.
Hilti

Le attrezzature edili venivano poi rivendute da un gruppo di persone in quattro mercati di Milano e maggiormente online, andando a costituire un vero e proprio mercato parallelo del marchio, una concorrenza occulta all’ignara società. Sul web i ricettatori riuscivano a piazzare a prezzi d’affare e spedire fino a 50 pezzi al mese. Se qualcuno poi si accorgeva di essere aver acquistato merce di dubbia provenienza e osava farsi sentire veniva minacciato pesantemente: «Sono romeno, stai attento perchè so dove abiti, non provare a denunciare se non vuoi finire male».

Hilti

Sono 11 le persone coinvolte ad oggi: 4 i presunti ricettatori finiti agli arresti domiciliari (V.N. 28enne e G.B., 28enni romeni residenti a San Colombano, entrambi con precedenti, I.F. 43enne italiano e A.P. 57enne singalese, residenti a Milano), 2 fiancheggiatori sottoposti all’obbligo di dimora (A.P. 32enne italiano residente a Parma e E.R. 34enne italiana residente a San Colombano). Altre 5 le persone denunciate (O.V. 38enne macedone, D.C. 45enne italiano, residenti a Milano, L.P. 25enne di Perugia, I.D. 31enne romeno residente a Roma e F.D. 30enne romeno residente a Lodi). Tutti sono indagati con l’accusa di concorso in ricettazione continuata, V.N. è indagato anche per minacce.


SCOPRI QUI LE MIGLIORI OFFERTE DELLA TUA CITTA’!


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);