Home Territorio Lodigiano Furto Lindt, sgominata la banda del cioccolato. Recuperate 20 tonnellate di praline

Furto Lindt, sgominata la banda del cioccolato. Recuperate 20 tonnellate di praline

70
0

I carabinieri di Legnano, in provincia di Verona, dopo indagini durate mesi sono riusciti a sgominare la ‘banda del cioccolato’. I militari hanno recuperato venti tonnellate di prodotti di cioccolato Lindt e 500 forme di Grana Padano, mettendo fine all’attività di un gruppo di malviventi che nell’estate del 2014 aveva messo a segno un furto milionario nel magazzino della multinazionale del cioccolato a Tavazzano.

L’indagine ha preso il via un anno fa dal sequestro in un deposito a Cerea, nel veronese, di una tonnellata di cioccolatini “Lindor”, per un valore di 800mila euro. Si trattava di uno dei lotti del colpo del valore di 13,3 milioni di euro compiuto nel Lodigiano, dove erano state rubate 260 tonnellate di cioccolatini.

In seguito i carabinieri hanno recuperato altre 19 tonnellate di cioccolato in una ditta di pulizie nel cremonese e 7,9 tonnellate in un deposito a Modena, dove erano nascoste anche le forme di grana, per un valore di 129mila euro, risultate rubate ai Magazzini generali di Milano. Il Gip Guido Taramelli ha firmato cinque misure restrittive: per Massimo Zibra, 56enne di Cesena, è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre i quattro complici sono stati sottoposti all’obbligo di firma. Altre nove persone sono indagate. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’organizzazione criminale gestiva direttamente la vendita delle merce a catene di supermercati e commercianti accompagnandola da documenti contraffatti.