Home Appuntamenti Fuori porta: mostra di Marzia Roversi a Carbonara di Po

Fuori porta: mostra di Marzia Roversi a Carbonara di Po

45
0

Sede: Villa Bisighini

Luogo: Carbonara di Po (MN)

Titolo della mostra: MARZIA ROVERSI

Date: dall’ 8 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011

Inaugurazione: 8 dicembre, ore 17.30. Sarà presente l’artista

Collaborazione: Comune di Carbonara di Po, Proloco carbonarese, Galleria Arianna Sartori di Mantova

Per informazioni: 335.6223021

A Villa Bisighini di Carbonara di Po (MN), il prossimo 8 dicembre, alle ore 17.30, si inaugura la mostra personale dell’artista Marzia Roversi.

La mostra è realizzata in collaborazione con il Comune di Carbonara di Po, la Prologo carbonarese e la Galleria Arianna Sartori di Mantova.

La personale resterà aperta al pubblico fino al 6 gennaio 2011.

“Marzia Roversi è una pittrice quarantenne. Quando dico quarantenne, e ricordo l’età di questa autrice di immagini figurative, la colloco in una nicchia di artisti “ancora giovani”. Fa parte ormai della tradizione della critica d’arte contemporanea, che gli artisti oltre i quaranta anni siano di diversa categoria: di mercato e di livello espositivo.

Marzia (un bellissimo nome battagliero), invece, la consideriamo giovane e come tutti i giovani inquieti, da una parte è artista di tradizione, dall’altra tende a non soffermarsi eccessivamente sull’importanza dei contenuti, che per noi critici militanti sono molto importanti. È, più che altro, un’artista che si diverte ad eseguire ciò che più a lei interessa e la colpisce; non dico che ama qualsiasi situazione, ma d’altra parte ogni opera è una situazione a sé stante, l’inizio d’un ciclo che forse a lei non interessa neppure sviluppare. Alla pittrice non interessa avere sempre, costantemente, una sigla riconoscitiva; le interessa, al contrario, soffermarsi su un vaso contenitore di fiori, comporre dei fondi informali e giocare sul bianco luce, lavorare sull’armoniosità delle forme, oppure presentare le Piramidi, con un soldato di nazionalità incerta; è inquietante, comunque, il passo dell’oca. La stessa artista esegue opera su fondo rosso informale, con un interno di, forse, un’osteria deserta, con il bianco come unico elemento luminoso.

Allora, ci troviamo di fronte proprio ad un’operazione immaginifica di una giovane esecutrice, che cerca e trova in ogni quadro se stessa, ed è dialogante esattamente come un micro-cosmo con un intimismo che lascia spazio alle proprie fantasie e alla poesia dell’oggetto ritrovato”.

Paolo Levi, Tarquinia 17 ottobre 2009

“La pittrice rappresenta una realtà che, attraverso la fantasia, ne crea una nuova, piena di significati simbolici. Le figure femminili sono spesso inserite in contesti dove il chiaroscuro assume un aspetto primario. L’uso di materiale solo apparentemente estraneo alla pittura, come le foglie, evidenzia la fragilità, ma nel contempo l’incanto del fascino femminile”.

Roberta Braceschi, in VIII Biennale Internazionale di Arte Moderna di Roma 2010

selezione di Piacenza

Atelier d’Arte di Roberta Braceschi

“Ammirevole elaborato artistico, la cui perizia di tecnica e la traduzione di sentimenti rivelano ispirazione spirituale che coinvolge fortemente la fruizione”.

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo

Selezione 1° Premio Internazionale di Pittura, Scultura e Grafica Città di New York

New York gennaio 2010

“Il segno della luce, il titolo, per una serie di graffiti su tavola. Pittura figurativa, eppure è fortissimo il senso evocativo e queste immagini pongono un quesito: se sia più reale la realtà o il sogno, la fantasia che facciamo sulla realtà. Interessanti le figure femminili, ma ogni ambiente viene raccontato con una forte carica emotiva che rimanda all’io dell’artista e, da questo punto di vista, si può definire la sua anche una pittura intimista. Anzi, ogni opera è un a-solo, un evento particolare anche tecnicamente per la diversità dell’approccio, dei materiali e delle scelte cromatiche”.

Felice Bonalumi, in Avvenire 18/02/2010

Personale Marzia Roversi presso galleria Arianna Sartori, Mantova.

MARZIA ROVERSI. Nata a Poggio Rusco (Mantova) il 1° settembre 1962. Laureata in Architettura presso l’Università degli studi di Firenze, con la tesi L’Opera Mantovana di Nicolò Sebregondi, voll. III, 1988-1989. Dal 1990 esercita la professione di Architetto, progettando per edilizia pubblica e privata, nonché ristrutturazioni e restauri di antiche dimore.

La passione per l’arte moderna e contemporanea l’ha condotta ad esplorare varie forme di espressione artistica, sia in campo pittorico, sia nel mondo dell’illustrazione. Allieva di William Tode dal 1992 al 1994, ha poi seguito il corso d’illustrazione di Lisbeth Zwerger, presso l’associazione Teatrio di Venezia (2001), e i corsi di Linda Wolfsgruber presso la scuola d’illustrazione di Sàrmede (2001-2002-2003).

Ha partecipato ad esposizioni collettive in provincia di Mantova e a vari concorsi, tra i quali: Il Segnalibro, opera segnalata e pubblicata (Firenze 2001); Rosso Tondo, opera selezionata per esposizione presso Sano Museum of Arts, Shizuoka Prefecture (Giappone) e presso Daimaru Museum, Kyoto City (concorso indetto da associazione Teatrio, Venezia 2004); Il Gatto con gli Stivali, opera esposta presso Lingotto Fiere (concorso indetto da Accademia Pictor, Torino 2004); Scarpetta d’Oro – Premio Internazionale di Illustrazione per l’Infanzia, opera selezionata per esposizione e catalogo (edizione 2004); Bollicine d’Artista – Premio Internazionale di Illustrazione Dedicato agli Spumanti Italiani, opera selezionata ed esposta (2004); Premio Internazionale Arcaista IIIa edizione, opera finalista ed esposta (Tarquinia 2009).

Sua l’immagine di copertina dell’opera di narrativa Altitudo, V. Bocchi, Il Filo, Roma 2006. Collaborazione grafica per Antiche Porte editrice, Reggio Emilia.

ESPOSIZIONI

– III° Premio Internazionale Arcaista – Tarquinia (Vt) – 11/19 luglio 2009 – (collettiva)

– Mostra Mercato di Pittura San Martino Spino – San Martino Spino (Mo) – 22/25 agosto 2009 – (collettiva)

– Atelier d’Arte di Roberta Braceschi (galleria) – Piacenza – selezione VIII Biennale Internazionale di Arte Moderna di Roma 2010 – 4/17 ottobre 2009 – (collettiva)

– Il Teorema dell’Arte – San Marco Museum Arcaista – Tarquinia (Vt) – 17 ottobre 2009 – (personale)

Concorso 30×30 – Poliedro (galleria) – Trieste – 3/23 ottobre 2009 – (collettiva)

Il segno della Luce – Arianna Sartori Arte (galleria) – Mantova – 13/25 febbraio 2010 – (personale)

Arte Città Amica (galleria) – Torino – Selezione I° Premio Internazionale di Pittura, Scultura e Grafica città di New York – 27 marzo 2010 / 4 aprile 2010 – (collettiva)

Villa Gualino – Torino – Selezione Premio Internazionale Italia Arte 2010 – 10/30 aprile 2010 – (collettiva)

– San Marco Museum Arcaista – Tarquinia (Vt) – 3/25 luglio 2010 – (collettiva)

To Reflect – Jelmoni Studio Gallery & Coaching Culture Gallery – Berlino – 4/24 settembre 2010 – (collettiva).