Cronaca

Fugge dopo un incidente e simula furto della propria auto, denunciato 34enne

Lo scorso 12 novembre verso le ore 22.30, a Zelo Buon Persico, i Carabinieri di Lodi erano intervenuti lungo la S.P. 415, poiché poco prima il conducente di un’autovettura, dopo aver tamponato una Golf, guidata da un milanese 67enne e con a bordo altro passeggero, si era allontanato senza prestare soccorso.

Purtroppo la Golf, a causa del violento urto era stata sbalzata nell’opposta corsia di marcia, andando a scontrarsi contro una Renault Scenic condotta da un cremasco di 47anni, con a bordo i propri famigliari fra cui 2 minori. Tutti gli occupanti dei veicoli avevano riportato varie contusioni anche gravi, con prognosi superiori ai 20 giorni.

I Carabinieri, nel corso dei rilievi erano riusciti a prelevare dal manto stradale residui della vettura che aveva provocato il sinistro, accertando con sicurezza che si era trattato di una Saab.

Dopo aver raccolto le dichiarazioni testimoniali dei feriti, nonché di altri automobilisti presenti, con un’importante attività di analisi e scambiando informazioni con le Stazioni Carabinieri limitrofe all’area del sinistro, sono riusciti ad individuare la Saab il mattino seguente a Settala.

La vettura era inoltre già oggetto di ricerche, poiché era stata denunciata rubata dal proprietario. La denuncia però, sporta ai Carabinieri d Pandino, ha immediatamente fatto sorgere il dubbio che si trattasse di una falsa segnalazione, in quanto fatta il mattino seguente del sinistro, a diverse ore di distanza dal presunto furto e senza che ciò venisse segnalato telefonicamente alle forze dell’ordine nel momento in cui si è accorto dell’assenza del veicolo.

La visione delle immagini dei sistemi di video sorveglianza, in prossimità del luogo dell’avvenuto furto e lungo l’itinerario percorso, hanno però consentito di smentire la denuncia, accertando che alla guida vi fosse proprio il denunciante, consentendo addirittura di ricostruire il cammino fatto proprio dal proprietario del veicolo, da Spino d’Adda, dove gestisce un esercizio pubblico, fino al luogo dell’incidente e a quello dell’abbandono del mezzo dopo la fuga.

Al termine delle verifiche, D.D. 34enne di Spino D’Adda è stato denunciato in stato di libertà per lesioni colpose, fuga dopo aver provocato un sinistro stradale, omissione di soccorso e simulazione di reato, subendo conseguentemente anche il ritiro della patente di guida.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);