Ambiente e Natura

Forti temporali in arrivo in pianura

L’attività temporalesca prevista per il pomeriggio di oggi, lunedì 13 agosto 2018, per le pianure lombarde è potenzialmente la più critica da inizio stagione.

Un sistema frontale freddo di origine nord-atlantica, particolarmente strutturato, muove in direzione dell’Europa Centrale. Parte di queste masse fresche ed instabili, scivolando in senso meridiano lungo la Francia e quindi verso il Mar Tirreno, saranno responsabili di una fase perturbata abbastanza intensa e diffusa su gran parte delle regioni italiane, non senza forti criticità per violenti temporali. Oggi pomeriggio/sera toccherà alle regioni settentrionali, quindi nella notte e mattino su martedì 14 alla Toscana (rischio alluvionale in Lunigiana), quindi verso il primo pomeriggio ad Umbria, Marche, quindi nel tardo pomeriggio Abruzzo e parte del Lazio, con qualche fenomeno sparso entro sera tra Molise e Puglia settentrionale.

Nel primo pomeriggio è atteso l’innesco appenninico di attività temporalesca molto intensa tra Lomellina ed Oltrepò Pavese, al confine con l’Alessandrino. Locali nubifragi, associati a grandine e forti colpi di vento, muoveranno verso est-nord-est e andranno ad interessare il Pavese (con successivi nuovi inneschi sul Piacentino), il Lodigiano, quindi nel corso del pomeriggio il Cremonese, parte della Bergamasca e le pianure/pedemontane Bresciane. In questi settori (zona “A” in mappa) è necessario prestare massima attenzione per alto rischio di fenomeni localmente intensi. Attenzione, in particolare, agli improvvisi rinforzi di vento in seno al fronte temporalesco in espansione verso levante.

In serata osserveremo una generale attenuazione dei fenomeni, seppur con nuovi rovesci sparsi (a carattere moderato) in particolare nei settori occidentali.

A seguire, martedì 14 previsto soleggiamento su buona parte della regione, fatta salva nuvolosità residua nei settori meridionali ed orientali. Entro il pomeriggio nuova instabilità convettiva sarà responsabile di rovesci e temporali sparsi in discesa dalla fascia prealpina verso le pianure (in modo particolare quelle centro-orientali, ma anche localmente Brianza e Milanese), seppur senza particolari criticità.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);