Lodigiano

Elezioni regionali, il lodigiano Pavesi punta al Pirellone

Da Lodi al Pirellone, ma passando per la circoscrizione di Milano. E’ il percorso che spera di compiere, con l’aiuto degli elettori, il lodigiano Simone Pavesi, 42 anni, originario di Paullo e residente a Lodi, con una ventennale esperienza nella difesa dei diritti degli animali e in particolare all’interno della LAV (dove è stato dirigente nazionale, Responsabile per i Rapporti Istituzionali in Lombardia e responsabile Area tematica Moda Animal Free).

Pavesi, è uno dei tre candidati del Movimento Animalista “ospiti” delle liste di Forza Italia nella circoscrizione di Milano, insieme con Manuela Gigante, responsabile regionale del Movimento, e con il designer Samuele Mazza. L’attivista lodigiano, che è laureato in Scienze dell’Amministrazione, è stato per dieci anni consulente della Direzione generale Sanità di Regione Lombardia nell’ambito della Consulta regionale “randagismo”, partecipando attivamente alla definizione dei Piani Triennali per l’orientamento di finanziamenti e definendo le priorità d’intervento per una più efficiente attuazione della normativa regionale a tutela degli animali d’affezione e per la prevenzione del randagismo.

Tra gli obiettivi raggiunti avere contribuito alla definizione di politiche commerciali rispettose per gli animali, a cominciare dalla rinuncia all’uso di pellicce, da parte di molte aziende moda piccole e grandi tra cui Elisabetta Franchi, Armani, Gucci, VF Corporation (titolare di brand come Napapijri, The North Face, Timberland), Geox, Save the Duck e molte altre).

“Pur riconoscendo che l’attività delle associazioni è e resta insostituibile – dichiara Simone Pavesi -. ho deciso di sostenere e candidarmi con il Movimento Animalista per sostenere con più forza da dentro le Istituzioni i diritti degli animali

La mia priorità in Lombardia sarà l’istituzione del Servizio Sanitario Veterinario regionale per assicurare, anche con la partecipazione dei liberi professionisti, prestazioni sanitarie di base gratuite o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket). Un servizio mutualistico per assicurare Livelli Essenziali di Assistenza veterinaria che ad oggi non esistono, per aiutare tutte quelle famiglie e pensionati che non hanno la possibilità di pagare un veterinario per potere anche semplicemente fare degli accertamenti clinici o diagnostici (un esame del sangue o delle urine) al proprio cane/gatto malato”.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);