Lodigiano

Elezioni presidente Provincia, Consiglio di Stato riforma la sentenza del Tar. Russo non si può candidare

La sentenza del Consiglio di Stato pubblicata ieri, che ha accolto l’appello del sindaco di Codogno Francesco Passerini, in merito alla incandidabilità di Giuseppe Russo, sindaco di Tavazzano, alla carica di presidente della Provincia di Lodi, riforma di fatto la sentenza del Tar che Russo aveva presentato in primo grado dopo il parere di incandidabilità espresso dall’Ufficio Elettorale della Provincia.

Nella sentenza del Consiglio di Stato infatti, si legge che il presupposto della sussistenza di una scadenza di mandato superiore ai diciotto mesi, pur essendo indicato quale requisito di eleggibilità, in realtà comporta una vera e propria causa di incandidabilità incidendo non già sulla possibilità di esercitare la carica ma bensì sulla possibilità stessa di adirla o mantenerla con conseguente esclusione del diritto stesso di elettorato passivo; (…) in conclusione, dall’accoglimento dell’appello deriva, in riforma della sentenza appellata, l’esame ed il rigetto del ricorso di primo grado, poiché infondato.

Oggi le votazioni per eleggere il presidente dell’Ente di via Fanfulla, con la sola candidatura di Francesco Passerini.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);