Home Appuntamenti Dal 19 settembre una grande mostra a Palazzo Zanardi Landi di Guardamiglio

Dal 19 settembre una grande mostra a Palazzo Zanardi Landi di Guardamiglio

327
0

Il prossimo 19 settembre alle ore 16,00 aprirà i battenti a Palazzo Zanardi Landi a Guardamiglio una grande mostra dal titolo “I cammini del sacro”

L’esposizione, che andrà avanti fino al prossimo 18 ottobre, inserita nel circuito Naturarte, è organizzata dalla Compagnia di Sigerico Laudense e dal comune di Guardamiglio,  è curata dagli architetti  Mario Quadraroli, Maurizio Caroselli.

Una mostra ambiziosa, che fa seguito a quella realizzate negli anni scorsi nel medesimo contesto dedicate a temi di carattere sacro e religioso

“La mostra di quest’anno – spiega  il Presidente della Compagnia di Sigerico Laudense, Mariano Peviani – è perfettamente in linea con missione della nostra Associazione che ha lo scopo di valorizzare la tappa lodigiana della Via Francigena non solo come luogo di pellegrinaggio e turismo, ma anche come meta di riscoperta culturale. L’esposizione ben si concilia con lo spirito dei pellegrini che ospitiamo nell’ostello a Corte Sant’Andrea, e offre spunti di riflessione spirituale attraverso l’arte”.

Un percorso di dipinti, sculture e istallazioni dedicati al tema del “cammino” indagato come metafora della vita e modo per conoscere se stessi e la divinità.  Nel  manifesto della mostra si legge: “Camminare può essere uno strumento potentissimo per pensare e per meditare, perché per guardare in profondità serve allontanarsi, compiere un esodo silenzioso dalle nostre radici”.

Agli artisti partecipanti, prevalentemente lombardi,  è stato richiesto di rappresentare i cammini del sacro nel senso più ampio del termine, un compito affascinate, perché in definitiva invita a riflettere sull’umano e sulle grandi domande del nostro tempo, non ultima il nostro rapporto con la natura.  

Lodi, 15 settembre 2020

L’ingresso è gratuito (Orari: venerdì 16.30 – 19.00 sabato e domenica 10.00 – 12.00 / 16.00 19.00 per appuntamento, 334 6644 311), gli ingressi sono contingentati ed è obbligatoria la mascherina