Lodigiano

Da Asvicom 7 panchine artistiche alla Cattedrale Vegetale per celebrare l’anniversario di Lodi

7 panchine, 7 simboli, 7 dediche alla città: alla sua storia e ai suoi tratti distintivi, partendo da un luogo (la Cattedrale Vegetale) che è insieme nuovo e profondamente radicato nell’identità locale, così legata al fiume ed al dialogo con la natura.

All’alba di venerdì 3 agosto 2018, compleanno di Lodi e 860° anniversario della sua fondazione, si è così svelato il regalo che Asvicom ha desiderato fare alla città.

“Un gesto concreto, di utilità pratica – sottolinea Vittorio Codeluppi, presidente dell’associazione – ma crediamo anche con una forte capacità di suggestione, perché valorizza la fruizione e la dimensione contemplativa di quello che in breve tempo è già diventato uno dei luoghi più evocativi di Lodi, la Cattedrale Vegetale”.

Realizzate in legno di riciclo, collocate in prossimità della Cattedrale Vegetale le panchine sono state decorate con la tecnica della pirografia (incisione a fuoco) e personalizzate secondo temi che rappresentano omaggi a figure, caratteri e presenze che caratterizzano Lodi.

Così, la panchina dedicata “alla città” riporta il disegno dell’elaborazione in prospettiva di alcuni dei principali monumenti; quella dedicata “al fiume” si ispira alla celebre opera “La grande onda” di Hokusai, interpretata secondo declinazioni grafiche a pattern;  la dedica “al Duomo” è incentrata su un particolare del rosone della Cattedrale, con un richiamo alla tradizione mandalica; per la dedica all’ambiente naturale sono stati scelti riferimenti arborei autoctoni, con uno studio decorativo sulle foglie di pioppo, robinia e tiglio;  il legame con la ruralità, che è insieme vocazione produttiva e connotato paesaggistico, viene espresso con riferimento alle principali colture seminative; l’apertura verso il futuro e l’innovazione si manifesta con richiami grafici alle iniziative di ricerca nel campo agroalimentare che fanno di Lodi un polo di riferimento nazionale e alle eccellenze che brillanti imprenditori hanno saputo esprimere nel terziario avanzato (informatica, servizi creditizi e finanziari); infine, la dedica ad Ada Negri, che più di chiunque altro ha saputo raccontare l’anima laudense, con un richiamo al francobollo della serie “Le eccellenze del sapore” con cui è stata celebrata nel 2018 e la ripresa di un verso della poesia “Contadina”.

Realizzazione panchine: Massimo Rossetti.

Disegno e pirografia: Silvia Cipolla, Lucia Alice Crifò, Alessandra Caldara.

Staff di supporto tecnico e organizzativo: Martina Castelli


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);