Cremonese

Cremona, Piacenza e Provincia di Lodi insieme per il rilancio del Po

Si amplia l’alleanza per il rilancio del Po grazie al Protocollo d’intesa per la valorizzazione strategica dei territori dell’Asta fluviale del fiume sottoscritto questa mattina nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale dal sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, dal sindaco di Piacenza Paolo Dosi, e da Mauro Soldati, presidente della Provincia di Lodi. Alla sigla dell’accordo,

avvenuta alla presenza dei rappresentanti dei Comuni e delle Istituzioni del territorio, era presente l’assessore all’Area vasta e Contratto di Fiume Andrea Virgilio che, per conto del Comune di Cremona, ha coordinato il lavoro che ha posto le basi per l’intesa.

L’alleanza tra Cremona, Piacenza e la Provincia di Lodi mira a rafforzare il percorso di collaborazione istituzionale, facendo prioritariamente dialogare i rispettivi strumenti di pianificazione territoriale e paesaggistica, con gli strumenti che governano gli altri ambiti settoriali di cooperazione, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile e condiviso di tale area, in merito ai quali sarà assunto un ruolo cruciale anche rispetto alle politiche comunitarie e nazionali 2014 – 2020.

Nell’accordo, in particolare, vengono individuati cinque ambiti prioritari, rispetto ai quali si ravvisano interessi comuni sui quali intervenire:

• la valorizzazione e governance del territorio, importante per affrontare in maniera integrata, sulle due sponde del fiume Po, lo sviluppo del territorio, i temi della tutela e valorizzazione del sistema paesaggistico, ambientale e naturale, il sistema infrastrutturale, il potenziamento del sistema economico e la messa in rete delle eccellenze;

• le infrastrutture per lo sviluppo, mobilita’ integrata e sostenibile finalizzata ad incentivare la partecipazione di tutti gli Enti competenti a sviluppare la fruizione dei suoi territori attraverso un sistema unico e integrato di mobilità “dolce”, con particolare riferimento alla rete ciclabile denominata “Ciclovia del Po”, dalle sorgenti al delta, nonché condividere mezzi ed interventi per favorire la navigazione turistica e sportiva e la fruizione delle sponde;

• l’attrattivita’ turistico culturale per promuovere il superamento della dualità dell’approccio al fiume tra dimensione strettamente locale e dimensione complessiva di asta, implementando interventi che fino ad oggi sono stati programmati e realizzati dai diversi livelli di governo solo a livello locale;

• la valorizzazione dei sistemi agricoli, agroalimentari, dell’ambiente rurale e del paesaggio al fine di sviluppare iniziative e progetti finalizzati alla valorizzazione delle produzioni agricole e agroalimentari di qualità, alla tutela della diversificazione colturale e della biodiversità e alla tutela dell’ambiente e del paesaggio rurale.

Sarà costituito un Tavolo tecnico di coordinamento con il compito, tra gli altri, di promuovere la ricognizione delle iniziative in corso e predisporre informative sullo stato di avanzamento dei lavori per le rispettive amministrazioni regionali.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);