Home Cronaca Controllo del territorio, tre denunciati per guida in stato di ebrezza

Controllo del territorio, tre denunciati per guida in stato di ebrezza

118
0

I Carabinieri di Lodi Vecchio, Zelo Buon Persico e quelli della Sezione Radiomobile, hanno predisposto un articolato servizio con il fine di contrastare il preoccupante fenomeno degli incidenti dovuti all’indisciplina di automobilisti sotto l’influenza di alcool o droghe. I militari hanno così rivolto le loro attenzioni al flusso viario modulando il dispositivo effettuando posti di controllo nella frazione Mairano di Casaletto Lodigiano, nel centro abitato di Zelo Buon Persico e sulla S.P. 26 di Turano Lodigiano. Tre le persone denunciate: il primo è T.W.L., 56enne impiegato di Mairano, che all’uscita della messa pomeridiana, nel fare manovra di retromarcia, non si è avveduto di alcuni fedeli che uscivano da Chiesa, investendoli. Fortunatamente tutti i malcapitati se la sono cavata solo con un grande spavento e senza conseguenze fisiche, mentre la sventatezza dell’autista è stata confermata dai carabinieri di Lodi Vecchio che, intervenuti per sincerarsi dell’accaduto, l’hanno sottoposto ad accertamento etilometrico riscontrandogli un tasso alcolico pari a 1,47 g/l.  

Il secondo episodio ha visto protagonista M.D., un 24enne di Zelo B.P. che poco più tardi è stato visto da alcuni passanti “zigzagare” per le vie cittadine. I carabinieri lo hanno rintracciarlo poco dopo in via della Repubblica alla guida dell’auto di un amico, essendo già a vista in evidente stato di ebbrezza alcolica, come ha dimostrato l’esito dell’accertamento esperito sul posto, che ha dato come risultato un tasso alcolemico di 1,01 g/l.

L’ultima infrazione “sul generis” è stata accertata dai carabinieri della Sezione Radiomobile, intervenuti per una fuoriuscita stradale sulla S.P. 26 di Turano Lodigiano, accertando che il conducente di una Toyota Yaris, C.M., 27enne di Castiglione d’Adda, aveva fatto tutto da solo perché dopo aver perso il controllo del veicolo, si è dapprima ribaltato sulla sede stradale e poi è andato a sbattere contro le barriere metalliche che delimitano la vicina pista ciclabile. A differenza degli altri due automobilisti, però, costui non ha acconsentito a sottoporsi agli accertamenti sanitari per stabilire se nel suo sangue vi fosse presenza di alcol o droga, sebbene ai militari ciò sia apparso alquanto evidente.  Per tutti e tre i soggetti riscontrati in stato di ebbrezza alcolica è scattato dunque il ritiro immediato della patente di guida, mentre le rispettive autovetture sono state affidate a persone dichiarate idonee alla guida.

Nel complesso, i controlli hanno consentito di ispezionare 27 autovetture e di sottoporre a etilometro i rispettivi conducenti, identificando 65 persone e di contestare 18 infrazioni al C.d.S., per un totale di 2.750 euro di proventi contravvenzionali.