Cronaca

Controlli ad Alto Impatto del territorio

I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Lodi e di Tavazzano fra sabato e questa mattina hanno dato corso ad un’intensificazione dell’attività di controllo del territorio, dando luogo ad un controllo ad “alto impatto” che ha visto l’impiego di decine di pattuglie, rinforzate da due unità cinofile del Nucleo Cinofilo Carabinieri di Casatenovo (LE), con l’indispensabile fiuto del cane Denver.

L’attività con i cinofili ha permesso esaminare la situazione di diversi parchi urbani del Capoluogo, la Stazione ferroviaria ed il capolinea delle corriere, dove sono stati svolti mirati controlli, identificando decine di giovani, senza riscontrare anomalie.

L’attività di è estesa anche in diverse scuole di Lodi, in entrambi i casi si sono avuti risultati molto positivi in termini di successo della continua attività di prevenzione in tema di stupefacenti ed incontri sulla legalità, in quanto in una Scuola Secondaria Superiore di Lodi, l’attività di controllo ed il fiuto del cane hanno evidenziato l’assenza di sostanze stupefacenti sia nelle classi scolastiche che negli ambienti comuni analizzati. In un secondo istituto i risultati comunque ottimi, hanno permesso di identificare e segnalare tre studenti, due quattordicenni ed un diciannovenne trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti posti sotto sequestro. I tre verranno avviati al percorso di recupero presso i competenti uffici prefettizi ed il SERT di Lodi.

Nel medesimo contesto, però sono stati denunciati per porto abusivo di oggetti atti ad offendere ed armi improprie:

1.M.T., 23enne nato in Albania, residente in Sant’Angelo Lodigiano (LO), incensurato;

2.B.L. 19enne nato in Albania, residente in Sant’Angelo Lodigiano (LO), incensurato.

Gli stessi, controllati in Lodi a bordo dell’autovettura condotta e di proprietà del più grande dei due, si sono immediatamente mostrati frettolosi e nervosi, inducendo gli operanti, sebbene fossero incensurati, ovvero senza precedenti denunce , a perquisire la loro persona ed il veicolo a loro in uso.

La perquisizione ha portato a rinvenire occultati sulla persona dei due un coltello multiuso con lama cm.6, pronto all’uso con lama già estratta, una robusta forbice tipo “elettricista” e occultata sotto il tappetino anteriore lato guida del veicolo una pistola in ferro, perfetta replica di un “Beretta mod.92”, l’arma in dotazione alle forze dell’ordine, con il tappo rosso sul vivo di volata – che contraddistingue i giocattoli – opportunamente rimossa.

Sanzionato amministrativamente inoltre il conducente poiché guidava con patente straniera, fra l’altro scaduta, nonostante fosse residente in Italia da oltre un anno, con una multa di oltre 300 euro.

I carabinieri di Tavazzano con Villavesco hanno denunciato per guida sotto l’influenza di stupefacenti e guida senza patente:

A.P. 54enne italiano di Vizzolo Predabissi, gravato da pregiudizi per reati in materia di sostanze stupefacenti. Lo stesso è stato controllato a Sordio, nei pressi di via Madre Cabrini, mentre era alla guida dell’utilitaria di proprietà della madre convivente. Durante i controlli, sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un grammo di hashish. Invitato a sottoporsi agli accertamenti urgenti per la verifica del suo stato di alterazione conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti, presso le competenti strutture sanitarie, si è rifiutato commettendo il reato di rifiuto che dà presunzione dello stato di intossicazione del soggetto, prevedendo le sanzioni più gravi.

Lo stesso però, è stato sanzionato penalmente anche per la guida reiterata senza patente, con il conseguente sequestro amministrativo, ai fini della confisca del veicolo, sebbene fosse di proprietà della madre convivente. Quest’ultima dal canto suo è stata deferita per l’incauto affidamento del veicolo al figlio sprovvisto di titolo per poterlo guidare.

Infine il soggetto è stato anche proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio dal comune di Sordio.

I carabinieri di Tavazzanohanno denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere ed armi improprie:

A.E., italiano di 38anni, residente in Cervignano d’Adda, con piccoli precedenti di polizia.

I Carabinieri sempre a Sordio hanno controllato in via Cavour, un’utilitaria, condotta e di proprietà del giovane denunciato, a bordo della quale vi erano altri due soggetti coetanei.

I precedenti di polizia dei tre hanno indotto i carabinieri a sottoporli tutti a perquisizione personale e veicolare, trovando il conducente in possesso di:

– un bastone da difesa di legno lungo cm. 63;

– un coltello a serramanico lungo cm. 23 con lama lunga 10 cm;

– un coltello a serramanico lungo c. 21 con lama lunga 9 cm;

tutti occultati all’interno di una borsa di sua proprietà.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);