Home Attualità Economia e Lavoro Continua a crescere l’economia. Bene Milano, stabili Monza Brianza e Lodi

Continua a crescere l’economia. Bene Milano, stabili Monza Brianza e Lodi

70
0
siti web lodi

Tra Milano, Monza Brianza e Lodi, secondo i dati della Camera di commercio, le imprese toccano a settembre le 381 mila, di cui 303 mila a Milano, 64 mila a Monza e 15 mila a Lodi. Sono 2,5 milioni gli addetti, di cui 2,2 milioni a  Milano, 236 mila  a Monza, 43 mila  a Lodi. Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro imprese a  settembre 2018.

Milano supera le 303 mila imprese a settembre 2018,  rispetto alle 299 mila di un anno fa, con una crescita di +1,3%. Gli addetti sono quasi 2,2 milioni, rispetto a 2 milioni del 2017. Tra le imprese, sono 53 mila le femminili, 18%, quasi 49 mila le straniere, 16%, 24 mila le giovanili, 8%. Primi settori per crescita in un anno, tra quelli che superano le 50 imprese: attività riguardanti le lotterie, le scommesse, +10%, oltre 300 imprese, attività di servizi finanziari, +10%, oltre 4 mila imprese, ricerca scientifica e sviluppo, +9% con oltre 600 imprese, attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale, +7% con oltre 10 mila imprese. Tra i settori in crescita con meno di 50 imprese anche le imprese di servizi veterinari, +14% con oltre 30 imprese dedicate, gestione dei rifiuti, +8% con oltre 40 imprese. 

Monza Brianza. Circa 64 mila le imprese del territorio, stabili in un anno. Sono 12 mila le femminili, 18%, 5 mila le giovanili, 8%, 7 mila le straniere, 10%.

Tra i settori che crescono di più: silvicoltura ed utilizzo di aree forestali, +16,7%, fornitura di energia elettrica, gas, con oltre 50 imprese, +13%, magazzinaggio e supporto ai trasporti, +11% con 338 imprese, vigilanza e servizi finanziari (entrambe +10%).

Lodi. Circa 15 mila le imprese del territorio, stabili in un anno (-0,3%). Sono 3 mila le femminili, 19%, oltre mille le giovanili, 9%, quasi 2 mila le straniere, 13%. Tra i settori che crescono di più in un anno, tra quelli con oltre dieci imprese: attività cinematografica, +20%, attività riguardanti le lotterie, le scommesse, +17%, servizi di assistenza sociale residenziale, +14%, silvicoltura, +11%, direzione aziendale, +10%.