Home Attualità Contenimento contagio Covid-19, altri 5 denunciati

Contenimento contagio Covid-19, altri 5 denunciati

472
0

Durante la serata di ieri i Carabinieri della dipendente Sezione Radiomobile, costantemente impegnati a dare il loro importantissimo contributo per il rispetto del decreto ministeriale di contenimento del contagio da COVID-19, hanno proceduto all’ennesima denuncia a carico di cinque soggetti che, così come tanti altri, sciaguratamente, proprio non riescono ad attenersi alle regole che intendono tutelare il bene collettivo della salute pubblica.

Il controllo è avvenuto attorno alla mezzanotte del 23 marzo a Lodi, sulla S.P. 115 all’altezza del rondò che porta al nuovo polo universitario, quando i militari si sono accorti dell’arrivo di una Toyota Aygo che, alla loro vista, ha dapprima rallentato la marcia come per fermarsi, salvo poi proseguire nella speranza che la manovra non fosse stata notata. Purtroppo per loro, però, la concentrazione dei carabinieri nello svolgere il particolare servizio era alta, come sempre in tutto questo lungo periodo di emergenza sanitaria, e hanno intimato l’alt al veicolo a bordo del quale hanno identificato il conducente e proprietario B.F., 52enne, residente nella provincia pavese, e i passeggeri K.S, 26enne, A.F., 31enne, B.V., 40enne e C.L., 53enne, tutti di Cremona e provincia. I cinque, oltre a non comprovare con motivi di necessità la loro presenza in quel luogo, si sono mostrati anche alquanto “nervosi” durante il controllo, il che ha fatto ulteriormente insospettire gli operanti che hanno così deciso, anche in virtù dei precedenti penali riscontrati a carico di alcuni di essi, di sottoporli a perquisizione personale e veicolare. Ed è stato proprio durante l’ispezione del veicolo che sotto il sedile anteriore del passeggero hanno rinvenuto occultata una bustina contenente cocaina, il cui peso di gr. 0.20 era evidentemente indice del fatto che fosse per uso personale, riuscendo all’istante ad attribuirne l’esclusivo possesso al 31enne A.F.       

Al termine delle verifiche, quindi, i cinque soggetti sono stati tutti deferiti per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, mentre A.F. è stato anche segnalato alla locale Prefettura, dalla quale si è in attesa di conoscere le determinazioni anche per quanto concerne lo stupefacente, nel frattempo sequestrato ed assunto in carico dagli operanti.