Home Territorio Lodigiano Comune e Provincia per risolvere il problema della rotonda alla Faustina

Comune e Provincia per risolvere il problema della rotonda alla Faustina

59
4

“Al di là della specifica dinamica di quest’ultimo episodio, ancora da chiarire con precisione, l’incidente verificatosi ieri sera nei pressi della rotatoria della tangenziale sud in località Faustina non può che riportare all’attualità il tema della riqualificazione di questo problematico svincolo, che da tempo rappresenta la priorità assoluta di Lodi per quanto riguarda la grande viabilità di accesso ed uscita dalla città e che riveste notevole importanza anche su scala territoriale. E’ per questo che oggi, cogliendo l’occasione di un incontro istituzionale a Milano al quale abbiamo partecipato entrambi, ho immediatamente valutato la situazione con il presidente della Provincia, Pietro Foroni, trovando conferma della sintonia tra i due enti sulle iniziative da promuovere per risolvere finalmente questa negativa situazione”.

Lo dichiara il sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini (in foto), che annuncia la programmazione a breve di un ulteriore confronto tra Comune e Provincia per concordare le modalità con cui giungere ad avanzare ad Anas (ente proprietario della strada) una proposta condivisa per dare realizzazione all’atteso intervento di riqualificazione.

“Già venerdì torneremo a parlarci – spiega Guerini – per scendere maggiormente nei dettagli delle procedure da attivare. Ringrazio il presidente Foroni per l’attenzione nei confronti di un tema delicato, attenzione peraltro già dimostrata poche settimane fa con la decisione di inserire nel programma triennale 2012-2014 delle opere pubbliche della Provincia la previsione di un significato stanziamento a favore di questo intervento. Ma oltre al fatto che, pur con tutta la più buona volontà, gli enti locali non potranno farsi carico interamente della copertura finanziaria di un intervento così impegnativo, il punto centrale della questione è ottenere l’assenso da parte di Anas sulle soluzioni progettuali che verranno proposte, con una preferenza di base per la realizzazione di un sottopasso. Dobbiamo assolutamente passare ai fatti e se Anas ritiene che ciò possa contribuire ad accelerare l’operazione siamo disponibili, come affermiamo da tempo, a elaborare direttamente noi un progetto preliminare, sulla base delle indicazioni tecniche che ci verranno fornite. Il sostegno della Provincia, non solo economico, può essere a questo scopo di importanza fondamentale”.

(Foto P.Sartorio per Lodinotizie)

4 COMMENTI

  1. in futuro?«Da dove incominciamo? Dalla viabilità?».Va bene, andiamo con la viabilità.«La priorità è rappresentata dalla risoluzione del nodo della rotatoria in località Faustina, l’unico svincolo della tangenziale a raso».È un punto dove negli orari di punta si creano lunghe code in ingresso e uscita dalla città.«Risolveremo il problema. Il Comune ha già accantonato una parte delle risorse necessarie per realizzare un nuovo sottopasso. Servono ulteriori contributi e soprattutto bisogna trovare un’intesa con l’Anas, proprietaria della strada». Alcune strade sono piene di buche.«Quest’estate ci attende un intenso programma di lavori di manutenzione stradali, dopo un inverno tremendo, tra frequenti nevicate e abbondanti piogge».Quali saranno gli investimenti più significativi del prossimo quinquennio?«Innanzitutto il nuovo centro di servizi per l’infanzia e le famiglie, con un impegno di circa 5 milioni di euro: recupereremo l’ex Istituto Fanciullezza di Strada Vecchia Cremonese, che ospiterà un nuovo asilo nido, spazio giochi, un centro di documentazione e numerose altre funzioni per i più piccoli. Significativo è anche il progetto di realizzazione della nuova sede della scuola materna Giardino in centro storico, un’opera da 1,5 milioni di euro».La riqualificazione dei Giardini del Passeggio è stata una delle opere più importanti, anche simbolicamente, del precedente mandato. Adesso cosa c’è ora in programma per il verde?«Il primo obiettivo è la riqualificazione del Parco dell’Isola Carolina, un intervento diviso in tre lotti, di cui il primo comporterà un investimento di 400.000 euro. Procederemo poi all’allestimento a parco di una parte dell’area di Selvagreca che negli scorsi anni è stata bonificata, mentre sulla superficie restante a breve verranno realizzati e assegnati oltre 100 “orti sociali”».Parliamo d’altro…«Aspetti, per il verde non ho ancora accennato all’intervento più rilevante».Che è…«La grande scommessa dei prossimi cinque anni per quanto riguarda il verde è l’acquisizione al patrimonio pubblico del mezzo milione di metri quadrati dell’area del Pulignano. Diventerà il più grande polmone verde della città».A proposito della città del futuro, nei prossimi mesi dovrebbe arrivare al traguardo anche l’approvazione del Piano di Governo del Territorio: che novità porterà?«I temi principali affrontati dal piano sono anzitutto la riduzione del consumo di suolo, con il recupero delle aree dimesse: l’ex Abb e in futuro il Consorzio Agrario. Poi l’edilizia sociale, l’individuazione di nuovi spazi per le attività produttive, il completamento del grande progetto del polo universitario e della ricerca e la realizzazione di importanti infrastrutture per migliorare la dotazione di servizi nelle varie zone della città».Tipo?«Tipo un nuovo polo scolastico nell’oltre Adda, il potenziamento di quello di San Gualtero, un nuovo centro sportivo a Campo Marte, il canile consortile a San Grato, lo spostamento dello scalo merci ferroviario e del deposito della Star fuori dal centro urbano».Quando sarà ultimata la Cavallerizza? Lodi è da anni senza la sede del Museo.«Abbiamo assegnato l’incarico per la progettazione della conclusione dei lavori e per il contestuale allestimento. Poi finalmente potremo procedere con la gara. Se ne parlerà nel 2011».
    Tratto dal best seller ,Promesse Elettorali

  2. Le citazioni riportate nell’intervento del signor Luzzi sono tratte da un’intervista al sindaco del 2010, in cui si delineavano alcuni degli obiettivi del mandato amministrativo all’epoca appena iniziato e che si concluderà nel 2015. Rispetto ai temi affrontati in quell’intervista, attualmente: 1) per quanto riguarda lo svincolo della tangenziale sud in località Faustina non si può prescindere dalle decisioni dell’Anas (ente proprietario della strada); 2) il centro di servizi per l’infanzia presso l’ex Istituto Fanciullezza è in corso di realizzazione; 3) la nuova sede della scuola dell’infanzia Giardino è interamente finanziata ed è stato approvato il progetto; 4) il primo lotto di riqualificazione dell’Isola Carolina sarà contestuale al Piano Integrato di Intervento Spina Verde che prevede un nuovo parco in zona Pratello e genererà risorse da destinare appunto all’Isola Carolina (il Pii è già stato approvato dal consiglio comunale); 5) il progetto della nuova sede del Museo Civico è pronto. Tutti questi interventi sono già finanziati, a differenza delle “promesse elettorali”: se il nuovo Governo modificherà finalmente l’assurdo Patto di Stabilità (come richiesto da tutti i Comuni italiani con popolazione superiore a 5.000 abitanti, perché quelli al di sotto di questa soglia demografica non sono assogettati al Patto) sarà possibile investire risorse che sono già da anni in cassa ed aspettano solo di poter essere spese. I riferimenti al Piano di Governo del Territorio sono relativi a previsioni urbanistiche, che hanno orizzonti per loro natura anche più ampi di quelli di un mandato amministrativo

  3. Vorrei ringraziere l’ufficio stampa del comune di lodi ,per la precisa e perfetta delucidazione ,in effetti mi sono scordato di specificare ,che appunto il trafiletto ,(una parte) è un copia incolla di una intervista post elettorale rilasciata dal Sig Sindaco al Cittadino, colgo l’occasione per chiedere all’ufficio stampa se per cortesia ci può approfondire il discorso dell’ampliamento del plesso scolastico di San Gualtero e se per cortesia corregge la locazione di quello che dovrebbe essere il nuovo canile intercomunale, perchè la locazione, non è Sna Grato, ma San Gualtero, precisamente, nell’area residenziale di San Gualtero, è davvero strana questa dimenticanza da chi rappresenta l’eccellenza in informnazione e trasparenza. Grazie dell’ attenzione. Tanto che ci sono poi vorrei chiedere, ammesso che qualcuno mi possa rispondere, dov’è stato spostato lo scalo ferroviario, perchè l’ho cercato al chiosino e non l’ho più trovato .arrigrazie