Lettere a Lodinotizie

Lettere – Degrado del cimitero, una priorità a cui mettere mano

Mancare di rispetto ai vivi è stato all’ordine del giorno per le amministrazioni comunali di centrosinistra. Ma almeno che lo si porti ai cari estinti! Facciamo riferimento alle condizioni del Cimitero Maggiore di Lodi dove è stato raggiunto il massimo degenero. Fin dall’ingresso la recente pavimentazione – precaria già dalla realizzazione – dimostra che la regola d’arte è per taluni un concetto ignoto. Piastrelle che si muovono con il rischio di sollevarsi pericolosamente, soprattutto ai danni di chi non è più giovanissimo. Ma è solo l’inizio… Incuria e degrado per certe circostanze sono termini eufemistici. Nelle varie aree del camposanto si trovano tombe sfondate, affossate, lapidi spaccate, divelte, appoggiate una accanto all’altra, voragini nel terreno, marmi sollevati e chi più ne ha più ne metta. Cari lettori, fatevi un giro, dite una preghiera e ve ne renderete conto voi stessi. Imbarazzante poi, la zona riservata ai bambini.Nei mesi passati ne abbiamo viste di tutti i colori: attrezzi abbandonati, piccioni morti, sporcizia, cartacce e incuria la fanno da padrona su un terreno consacrato. Chi ha amministrato la città non ha defunti qui? Percorrendo alcuni vialetti e il perimetro del Maggiore, non è difficile imbattersi in piccioni morti, erbacce (che diventano enormi anche su talune tombe) ovunque, fogliame secco non raccolto da stagioni precedenti. E ancora: calcinacci, muretti pericolanti, buche, vialetti malconci, canali di scolo intasati. Per non parlare dei numerosi furti di rame. Sarà quindi una delle nostre priorità mettere mano, qualora gli elettori ce ne daranno possibilità, a questa situazione che si è creata per la cattiva amministrazione.

Fratelli d’Italia Alleanza Lodigiana

per Sara Casanova Sindaco


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);