Home Cronaca Carabinieri. Visita del Comandante Generale a Codogno e a Maleo

Carabinieri. Visita del Comandante Generale a Codogno e a Maleo

501
0

Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, nella tarda mattinata odierna ha voluto far visita a due presidi dell’Arma che dall’inizio della pandemia, hanno operato all’interno della prima zona rossa istituita prima del lockdown nazionale.

La prima visita è stata effettuata presso la Compagnia Carabinieri di Codogno dove il Comandante Generale è stato ricevuto dal Comandante Provinciale di Lodi, Col. Massimo Margini, e dal comandante della Compagnia di Codogno, Magg. Enrico Castelli. A seguire la visita è proseguita presso la Stazione Carabinieri di Maleo dove a riceverlo è stato il comandante della Stazione, Mar. Magg. Leonardo Caruso.

La presenza del Generale Nistri nei territori che per prima hanno combattuto contro il diffondersi dell’epidemia è stato un segno di vicinanza del vertice dell’Arma dei Carabinieri a tutti quei carabinieri che hanno operato in prima linea su un territorio che si è trovato all’improvviso, e per primo nel mondo occidentale, a combattere la pandemia.

Nel ringraziare tutti i comandanti ed i militari della Compagnia, il Comandante Generale ha voluto evidenziare lo spirito di sacrificio e l’abnegazione che tutti i carabinieri hanno dimostrato in questo periodo di emergenza ed in particolare nel primo periodo della zona rossa allorquando si è fronteggiata una situazione del tutto nuova e particolarmente delicata sotto il profilo dell’ordine e la sicurezza pubblica. Nonostante la grave carenza di personale, poiché buona parte di esso si trovava in quarantena obbligatoria, si sono tenuti aperti tutti i presidi dell’Arma sul territorio che hanno continuato a funzionare per dare supporto alla popolazione che improvvisamente si è trovata confinata nei loro comuni.

La visita è stata occasione per esprimere la gratitudine dell’Arma Lodigiana nei confronti del Comandante Generale che, in questi mesi, è stato sempre vicino ai carabinieri che hanno operato e continuano ad operare sul nostro territorio.