Arte & Cultura

Candidatura a patrimonio UNESCO della Via Francigena

casanova sindaco

L’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della
Regione Lombardia, Cristina Cappellini, alla cerimonia di sottoscrizione del Protocollo d’intesa per la candidatura alla lista del Patrimonio Unesco della Via Francigena Italiana.

“Oggi e’ davvero un giorno importante per la cultura perche’ parte ufficialmente il percorso di candidatura a patrimonio UNESCO della Via Francigena, itinerario ispirato alle radici cristiane che coinvolge anche la nostra Lombardia e precisamente i territori di Lodi e Pavia”.

Casanova sindaco

L’ha detto l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia, Cristina Cappellini, che su delega del presidente Roberto Maroni e’ intervenuta oggi, a San Miniato (PI), alla cerimonia di sottoscrizione del Protocollo d’intesa per la candidatura alla lista del Patrimonio Unesco della Via Francigena Italiana.

I PRESENTI – La firma del documento e’ avvenuta a conclusione dei lavori della seconda giornata del convegno ‘La Francigena e i cammini – L’impronta sostenibile della Toscana’. Oltre all’assessore Cappellini, hanno aderito al Protocollo le Regioni Toscana, Liguria, Piemonte, Val d’Aosta, Emilia Romagna, Lazio.

PUNTIAMO A VIA FRANCIGENA SITO UNESCO – “Oggi parte – ha detto ancora l’assessore – un percorso impegnativo ed entusiasmante che Regione Lombardia auspicava da tempo, dopo aver intrapreso negli ultimi anni una serie di iniziative finalizzate alla valorizzazione del tratto di cammino lombardo, che riguarda i territori di Pavia e Lodi”.

ORA FASE DI FORTE PROMOZIONE – “L’importante evento di oggi – ha sottolineato – deve fare da traino per la fase di forte promozione che vogliamo mettere in campo. Coinvolgero’ nuovamente i sindaci dei territori coinvolti per sviluppare insieme a loro tutta una serie di iniziative per valorizzare un percorso importantissimo”.

Casanova sindaco

COINVOLGIMENTO DI TUTTI – “Oggi per coronare questa bella giornata – ha promesso l’assessore Cappellini – ho anticipato che e’ mia intenzione percorrere prossimamente un pezzo del tratto lombardo della Via Francigena. Sarebbe bello se partecipassero anche i media locali e nazionali: siamo la Regione con il maggior numero di siti UNESCO e la Via Francigena potra’ essere un nuovo straordinario riconoscimento. C’e’ la necessita’ che tutte queste bellezze vengano fatte conoscere il piu’ possibile”.

IN LEGGE CULTURA LOMBARDA VALORIZZAZIONE ITINERARI SPIRITUALI – “A testimonianza della nostra volonta’ di valorizzare i luoghi e gli itinerari ispirati alle nostre radici cristiane, come la Via Francigena, – ha ricordato l’assessore Cappellini – abbiamo voluto inserire nella nuova legge di riordino della cultura in Lombardia una norma dedicata proprio agli itinerari spirituali, in perfetta sintonia con l’avvio del percorso di candidatura della Via Francigena a patrimonio dell’Unesco”.

PROCEDURA CANDIDATURA VIA FRANCIGENA A PATRIMONIO UNESCO – Il Protocollo d’intesa sottoscritto oggi dalle Regioni coinvolte ha lo scopo di coordinare la predisposizione del Dossier di candidatura e della bozza del Piano di gestione del sito, in accordo con i Comuni. In questa prima fase la candidatura verra’ portata avanti solo per la parte italiana, in vista dell’inserimento nella tentative list del MiBACT; successivamente verra’ estesa agli altri Paesi coinvolti (Gran Bretagna, Francia e Svizzera).


Casanova sindaco

Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);