Voto favorevole, ieri sera in Consiglio regionale, del Partito Democratico alla legge che valorizza le attività storiche e tradizionali all’interno dei centri storici delle città lombarde. Grazie al Pd, rispetto alla formulazione iniziale e alle precedenti misure, oltre ai negozi e ai locali sono state aggiunte le botteghe artigiane. La Regione sosterrà queste attività con risorse ad hoc per favorirne la permanenza in attività all’interno dei centri urbani, come elemento caratteristico e tradizionale.

Questa norma – spiega Patrizia Baffi, vice capogruppo del Pd in Regione e componente della commissione Attività produttive – è condivisa da tutte le forze politiche e anche noi abbiamo dato il nostro contributo inserendo tra le attività storiche meritevoli di sostegno anche le botteghe artigiane. Avremmo voluto un impegno maggiore sul fronte degli affitti, perché spesso sono proprio quelli a determinare la chiusura di un’attività nei centri storici, ma la maggioranza non ha ritenuto di varare una misura di sostegno per questa voce. Siamo quindi a un buon punto di partenza che potrà essere migliorato in futuro.”

Grazie al Pd la dotazione è stata incrementata di 120mila euro in parte corrente, che quindi sale a 900mila euro in tre anni, e di 500mila euro sugli investimenti che salgono così a 2,5 milioni.