Sport

Amatori con il Trissino per riprendere un cammino vincente

di Paolo Virdi


Al Palacastellotti arriva il Trissino e per l’Amatori è giunta l’ora di riprendere il cammino assai gradito del successo, prerogativa che ha accompagnato i giallorossi nel primo bimestre di questo 2017.

L’obiettivo però appare più complicato di ciò che non dicano i 22 punti di differenza in classifica tra le due squadre. I veneti dopo il distacco dal figliol prodigo Dario Rigo (nel frattempo promosso a C.T. della Nazionale femminile) hanno trovato in Jorge Valverde il condottiero ideale. Lo spagnolo da quando siete sulla panchina trissinese non ha ancora perso e a quanto pare vincere è un mestiere che gli si addice particolarmente, come conferma il secondo titolo dell’era Pedro Gil, di cui lui fu l’artefice dopo l’addio a Crudeli.

Archiviare le ultime tre settimane

Ma i tempi sono cambiati e il Lodi di Nuno Resende non può guardare in faccia a nessuno. Il triplice ko consecutivo da cui è reduce è una striscia aperta da saldare al più presto. Per i meno avvezzi rammentiamo che nelle ultime tre settimane sono giunti una sconfitta in Coppa Italia con il Bassano,

Foto Roberta Mirabile

una battuta d’arresto in casa del miglior Breganze di stagione e il ko interno con l’Oliveirense, leader del campionato lusitano. Il tutto condito da un evidente calo di forma e da uno stato di appannamento che ha condizionato le prestazioni contro le due compagini venete. Differente il discorso contro l’avversaria di Eurolega: l’Amatori ha giocato sprazzi di buon hockey, arrivando spesso a contatto con Puigbi, i cui miracoli sono apparsi evidenti, al pari della sfortuna di Verona, che ha centrato un paio di legni a portiere battuto. Si può comunque osservare la parte piena di un bicchiere che si stava svuotando: la prestazione complessiva è apparsa un gradino sotto rispetto alle prove con Benfica e Vic, ma con una netta ripresa rispetto alle precedenti sconfitte.

La chiave

Battere il Trissino storicamente non è mai stato semplice. Da sempre l’aggressività e la compattezza contraddistinguono la squadra del piccolo paese veneto, elementi che si possono sconfiggere in un solo modo: giocando da “Amatori versione 2017”. Difesa asfissiante, intensità e fisicità, ripartenze, profondità e ancora velocità, entrate laterali con assist a mezza altezza che sono diventati un marchio di fabbrica. I giallorossi sono in possesso di grandi qualità e se anche la condizione psicofisica fosse ritornata al top, quello a cui andremo incontro sarà uno uno spettacolo di cui goderne in pieno.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);