Ci aspettano almeno altri 2-3 giorni di tempo instabile sull’Italia, per una bassa pressione presente sul Tirreno, con acquazzoni e temporali sparsi che bagneranno gran parte delle regioni fino a mercoledì, sebbene in modo molto irregolare. Non sono da escludersi fenomeni localmente intensi, in particolare a ridosso dei rilievi, mentre su coste e pianure non mancheranno anche delle parentesi più asciutte e soleggiate.

Il clima si manterrà altresì a tratti fresco per il periodo, almeno nella prima parte di settimana, in particolare martedì le massime potrebbero localmente non superare i 20-22°C su gran parte del Centronord.

Giungono ulteriori conferme sul ritorno dell’alta pressione nella seconda parte di settimana con temperature in deciso aumento. Giovedì ancora qualche acquazzone, da venerdì i temporali dovrebbero rimanere confinati sulle montagne, mentre il prossimo weekend si prospetta ben soleggiato con al più isolati temporali di calore su Alpi e Appennino. Come detto farà più caldo, tanto che sabato si potranno raggiungere i primi picchi di 28-30°C in particolare su Valpadana e regioni tirreniche.