Home Attualità Agricoltura Agricoltura. Pravettoni: Necessario aumentare qualità dei fanghi anche nel Lodigiano

Agricoltura. Pravettoni: Necessario aumentare qualità dei fanghi anche nel Lodigiano

505
0

Milano, 4  giugno. Via libera dal Consiglio Regionale alla Risoluzione relativa all’utilizzo in agricoltura dei fanghi di depurazione e dei gessi di defecazione. “Si tratta – spiega il consigliere regionale Selene Pravettoni, –  di un provvedimento che fornisce a Regione Lombardia più strumenti per governare una materia che di fatto, fino ad ora, ha creato tante tensioni non solo nel Lodigiano ma anche su altri territori lombardi, venendo incontro, inoltre, alla richiesta di una maggiore attenzione alla qualità e allo spandimento dei fanghi che anche i sindaci del lodigiano avevano a suo tempo richiesto”.

“La Risoluzione – prosegue Pravettoni – migliora decisamente il sistema di confronto tra domanda e offerta, perché se da una parte si cerca di conoscere le caratteristiche dei fanghi in questione e il loro utilizzo, dall’altra, si approfondiscono le condizioni dei suoli coinvolti per valutare un eventuale spandimento. Il tutto lavorando con un approccio qualitativo e non più quantitativo. Per raggiungere questo obiettivo sarà necessario fare affidamento sulle moderne tecnologie che permettono di monitorare costantemente questi flussi. La risoluzione, inoltre, abbraccia non solo la tematica dei fanghi ma anche quella dei gessi dei defecazione, che ad oggi non risulta normata, rendendo impari il confronto con i fanghi. Si chiede anche di favorire tutti quei progetti industriali innovativi per il recupero dei fanghi di depurazione non idonei al loro utilizzo in agricoltura, in un ottica di economia circolare e sviluppo sostenibile. Un provvedimento questo – conclude il consigliere del carroccio – che rappresenta un importante passo avanti per la corretta gestione di materiali come questi, che fino a pochi anni fa erano considerati rifiuti ma che, se opportunamente trattati, possono diventare risorse importanti per il nostro territorio”.