A Matteo Salvini il Premio Walter Fontana 2019

Il riconoscimento di Cancro Primo Aiuto per l’impegno del ministro dell’Interno quale testimonial dell’associazione

Il Premio Walter Fontana 2019 è andato al ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il riconoscimento di Cancro Primo Aiuto Onlus è stato assegnato al leader della Lega in quanto testimonial dell’associazione. Non sono, infatti, mancate le occasioni in cui Salvini ha avuto modo di parlare, anche in tv o in radio, di chi è e cosa fa la Onlus brianzola a favore dei malati oncologici, così come non sono state poche le circostanze in cui il ministro ha vestito una delle giacche di Cancro Primo Aiuto dando enorme visibilità all’associazione.

D’altra parte il ministro dell’Interno è da molti anni vicino all’associazione e, prima di approdare alla guida del Paese in veste di vicepremier, ha ricoperto anche la carica di vicepresidente di Cancro Primo Aiuto per l’area milanese.

La cerimonia di premiazione si è svolta domenica 10 marzo presso Villa Walter Fontana, a Capriano di Briosco (MB). A consegnare a Salvini il Premio, che consiste in una scultura di Carlo Mo, l’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari, insieme alla moglie Mirella Fontana, figlia del compianto senatore a cui è dedicato il premio.

In sala, per l’occasione, diversi amici del ministro dell’Interno, come il collega delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio, il governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana, in veste anche di presidente onorario di Cancro Primo Aiuto, i capigruppo di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo, diversi deputati e alcuni assessori regionali, in vario modo vicini a Cancro Primo Aiuto, come Davide Caparini, Stefano Bolognini, Martina Cambiaghi, Massimo Sertori e il sottosegretario regionale con delega ai Grandi eventi sportivi, Antonio Rossi.

«E’ sempre bello essere qui e vedere la vostra capacità di fare e di rispondere alle esigenza dei malati oncologici – ha esordito il presidente della Regione Lombardia – Il volontariato è un elemento che contraddistingue la generosità dei cittadini lombardi e tra questi si segnalano i soci di Cancro Primo Aiuto».

«Non possiamo che ringraziare Salvini per la grande visibilità che ha dato alla nostra associazione – ha detto l’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari – Oltre che essere un amico è anche uno straordinario testimonial. Ed è spesso capitato che siamo stati avvicinati e quindi abbiamo avuto la possibilità di aiutare i malati, proprio grazie alla visibilità che ci ha dato».

«Sono io a ringraziare Cancro Primo Aiuto Aiuto per tutto quello che fanno e ad essere davvero onorato di questo premio – ha concluso Salvini – Qualche anno fa ho avuto la fortuna di conoscerli e da allora cerco, nel mio piccolo, di dar loro una mano. Il Premio è uno stimolo a far ancora di più».